Milan, Lucas Biglia comincia a diventare un problema: cambio di modulo in vista?

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Gennaro Gattuso – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

La sconfitta di sabato sera subito in rimonta al San Paolo contro il Napoli, ha mostrato il solito problema cronico del Milan, quello della mediana che dovrà essere risolto al più presto, onde evitare gli alti bassi della scorsa stagione. Il primo giocatore chiamato in causa è l’argentino Lucas Biglia.

Il centrocampista rossonero veniva dal flop mondiale con l’Argentina, che di fatto ha chiuso la sua esperienza con la sua nazionale e sabato a Napoli ha confermato i suoi limiti già palesati nello scorso campionato: scarsa personalità, molti palloni persi e tanti appoggi sbagliati. Uno di questi errori ha dato il via al primo gol del Napoli di Zielinski che di fatto ha cambiato l’inerzia dell’incontro che ha dato il via alla rimonta partenopea. Il tecnico Gattuso quando ha visto che Biglia stava annaspando, dopo cinque minuti dal primo gol degli avversari, l’ha tolto per la disperazione sostituendolo con il francese Babayoko.

Leggi anche:  Espulsione Ibrahimovic: Maresca verso la sospensione per la terza volta in stagione?

Il problema ora è che se l’argentino non gira, al tecnico rossonero servirebbe un giocatore che metta ordine e sia in grado di smistare palloni verso chi deve inventare per Gonzalo Higuain, ma purtroppo il mercato estivo non ha colmato questa lacuna. Il suo sostituto del match di Napoli, Babayoko ha irrobustito il centrocampo rendendolo più muscolare, ma in cabina di regia non offre grandi garanzie.
Il giovane Locatelli, la sua vera alternativa, è stato ceduto al Sassuolo, mentre Montolivo che per anni ha fatto questo ruolo e avrebbe parecchia esperienza, non trova più spazio, essendo finito ormai fuori dal progetto tecnico. Attualmente l’unico alter ego potrebbe essere il connazionale Josè Mauri, ma non convince, tanto che nelle amichevoli precampionato è stato molto spesso in panchina giocando pochi scampoli di minuti.

Leggi anche:  Copa de la Liga Profesional Argentina Zona A: il River Plate piega la capolista Colón e sale al secondo posto

Una soluzione potrebbe essere un cambio di modulo come ad esempio quella di rinunciare al regista e fare una diga davanti alla difesa, con i tre fantasisti alle spalle dell’argentino Higuain. Infatti con il 4-2-3-1 Biglia giocherebbe davanti alla difesa insieme al Babayoko e non avrebbe più la necessità di creare gioco rendendo per quello che è il suo vero ruolo, l’incontrista.

Il match contro la Roma di venerdì sera è vicino e difficilmente in casa Milan ci saranno rivoluzioni di modulo, ma dopo la sosta, un cambiamento tattico potrebbe essere preso in considerazione, perchè quest’anno i rossoneri non possono più fallire l’obiettivo Champions League.

  •   
  •  
  •  
  •