Allegri e il Var, dall’opposizione alla richiesta della tecnologia

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Massimiliano Allegri 03-03-2018 Roma Campionato Italiano Serie A Tim incontro SS Lazio Vs Juventus allo stadio Olimpico di Roma. Match day SS Lazio Vs Juventus at the Olimico Satium in Rome. @ Marco Rosi / Fotonotizia

L’espulsione di Cristiano Ronaldo in Champions League nella gara del Mestalla tra Valencia e Juventus, ha riaperto le polemiche dell’utilizzo del Var anche in Europa. Il campione portoghese, dopo l’espulsione non credeva ai suoi occhi, dopo che l’arbitro tedesco Brych, su segnalazione dell’arbitro di porta lo ha espulso tra il disappunto dei bianconeri.

Oltre ai tifosi sui social e ai compagni in campo,  a prendere le difese di Cristiano Ronaldo, è stato anche il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri che, nonostante la vittoria, con due rigori di Pjanic, sottolinea che anche le competizioni europee hanno bisogno del mezzo tecnologico in campo, per aiutare gli arbitri e magari correggere i loro errori. Ma Allegri, come ben ricordiamo, non era ben propenso all’utilizzo del Var in Serie A.

Leggi anche:  Pasquale Bruno: "Ronaldo non sopporta più i suoi compagni. Chiellini? Vi spiego dove ha messo la dignità"

Nella scorsa stagione, l’allenatore bianconero, dopo un Atalanta-Juventus 2-2 con gol annullato ai bianconeri dalla moviola: “Non giudico, dico solo che se vogliamo far diventare il calcio un “non sport” allora continueremo a usare il Var su situazioni soggettive. Poi in primavera gli episodi saranno così determinanti che le gare dureranno 4 ore”. Ora il cambio di rotta dopo l’espulsione di Cristiano Ronaldo a Valencia: “L’espulsione di Ronaldo? il var avrebbe aiutato l’arbitro”.   L’anno scorso era contro, ora lo richiede.

  •   
  •  
  •  
  •