Douglas Costa, quattro turni di stop. Respinta la segnalazione di Pecoraro

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Douglas Costa – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

19.00: Archiviata la segnalazione del Procuratore Federale Pecoraro per i motivi che seguono: “data la parziale ammissibilità della prova televisiva ai sensi dei requisiti previsti dall’ art. 35, 1.3, CGS, in relazione ad un’unica condotta (in particolare quella che ha visto il calciatore Douglas Costa affrontare con il gomito alto il calciatore avversario Di Francesco), atteso che le altre condotte complessivamente segnalate sono state comunque sanzionate con provvedimento dell’Arbitro; rilevato, non di meno, che il Giudice è chiamato a valutare, a termini della predetta norma, la sussistenza della condotta violenta; considerato che nel caso di specie il gesto, seppur oggettivamente antisportivo, non sembra assumere con sufficiente grado di certezza i connotati della condotta violenta; P.Q.M. delibera, a seguito della segnalazione del Procura federale, di non adottare provvedimento disciplinare nei confronti del calciatore Douglas Costa De Souza (Soc. Juventus), ai sensi del richiamato art. 35 punto 1.3 CGS“.

18.49: È arrivata la decisione del Giudice Sportivo: il brasiliano della Juventus punito con la squalifica di quattro  giornate in seguito allo sputo nei confronti di Di Francesco domenica scorsa allo Stadium. Tornerà a disposizione di Allegri in campionato per la sfida al Genoa del 20 ottobre.
Ecco la motivazione addotta dal Giudice Sportivo: “per comportamento non regolamentare in campo (Seconda sanzione); per avere, al 48° del secondo tempo, a giuoco fermo, attinto in viso con uno sputo un calciatore avversario; infrazione rilevata dal VAR“.

16.29: Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, convoca Douglas Costa per la sfida di Champions League di domani contro il Valencia.

15.03: Per Tuttosport vi sarebbe un conflitto in merito all’utilizzo della prova tv nei confronti di Douglas Costa: in particolare ieri il procuratore della Federcalcio Giuseppe Pecoraro aveva chiesto l’utilizzo dell’ausilio televisivo per il colpo precedente rifilato dal brasiliano allo stesso Di Francesco, nella fattispecie una spallata-gomitata prima del gol di Babacar, nella circostanza non vista dall’arbitro Daniele Chiffi, il quale tuttavia successivamente ha ammonito Douglas Costa per il tentativo di testata e lo ha espulso per il successivo sputo, segnalato stavolta da Var.
La tesi di Tuttosport mira essenzialmente a scagionare Douglas Costa perché sia il tentativo di testata che il successivo sputo sono stati già sanzionati sul campo dall’arbitro Chiffi, quindi di fatto esclusi dalla possibilità di una revisione video perché sono episodi ormai refertati.

Leggi anche:  Zlatan Ibrahimovic, nessuna violazione della zona rossa: ecco cosa è successo veramente

Diverso il discorso della spallata-gomitata: se avesse assunto rilevanza, come riferisce Tuttosport, il Var sarebbe già intervenuto, supportando il direttore di gara nell’adozione del relativo provvedimento. Se la moviola in campo non è intervenuta, il quotidiano torinese ritiene che la decisione di Chiffi dunque non necessitava di correzione. E sul Var, inoltre, non è ammessa prova tv.

14.03: A poche ore dalla pubblicazione delle decisioni del Giudice Sportivo, parla Federico Di Francesco, centrocampista del Sassuolo colpito da uno sputo di Douglas Costa:Sono profondamente turbato dalle illazioni e dalle invenzioni apparse su alcuni media nazionali – afferma il calciatore neroverde sul suo profilo Twitter -. Tutto questo è offensivo e denigratorio“.
Lo stesso Di Francesco prosegue, in un tweet postato dal Sassuolo: “Non permetto che mi vengano attribuiti comportamenti e/o frasi razziste che non appartengono ai miei valori etici e che sono frutto dell’immaginazione altrui. Chiedo e pretendo rispetto!

13.28: Paolo Aghemo di Sky Sport è sicuro: “La Juventus si aspetta, come giurisprudenza vuole in questi casi, una sanzione comunque commisurata al gesto. Gesto che la stessa società ha condannato così come Allegri e lo stesso giocatore ha fatto autocritica. Potrebbero essere tre giornate di squalifica in questo senso e ci sarà anche una multa da parte della società però questi sono i provvedimenti – ribadisce -, dopodiché il giocatore si allenerà alla Continassa e sarà convocato per la sfida Champions contro il Valencia e non ci saranno ulteriori provvedimenti in questo senso”.

12.31: Per Sportmediaset nei confronti di Douglas Costa potrebbe essere applicata anche una sanzione: il minimo parla di 20 mila euro, che corrispondono al 5% dello stipendio, ma non è escluso che la Juventus potrebbe ricorrere al Collegio Arbitrale della Lega arrivando così a multarlo fino a 100.000 euro..

Leggi anche:  Gasperini e gli insulti all'ispettore antidoping. Ecco i dettagli

11.38: L’ex arbitro Graziano Cesari ai microfoni della trasmissione Tiki Taka chiarisce il suo punto di vista in merito alla possibile squalifica di Douglas Costa: “Chiffi ha fatto rapporto per un’ammonizione per comportamento antisportivo, poi un altro rapporto dicendo che ha espulso attraverso il Var perché colpiva con lo sputo, quindi solo condotta violenta. Non ci sono aggravanti o provocazioni da vedere – sottolinea -. Saranno tre giornate. La Juve farà ricorso? Assolutamente no. Se il giudice sportivo dovesse chiedere un supplemento dovrebbe aprire un indagine – conclude -, ma sarebbe una novità assoluta”.

11.33: Il Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea dovrebbe nel pomeriggio assumere la decisione in merito all’espulsione comminata dall’arbitro Daniele Chiffi della sezione di Padova nei confronti del riprovevole gesto compiuto da Douglas Costa nel corso dell’ultima sfida di campionato dell’Allianz Stadium tra Juventus-Sassuolo.

LIVE Squalifica Douglas Costa, le possibili decisioni del Giudice Sportivo

Nella giornata di oggi è atteso il verdetto del Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea in merito all’espulsione comminata nei confronti di Douglas Costa nel corso della sfida dell’Allianz Stadium tra Juventus-Sassuolo, valida per la quarta giornata del campionato di Serie A.
Per il brasiliano c’è il rischio che il Giudice Sportivo possa decretare una squalifica che va da un minimo di tre ad un massimo di sei giornate: ciononostante lo juventino sarà regolarmente in campo per la sfida di Champions League della Juventus contro il Valencia.
Come è noto, Douglas Costa si è reso protagonista, quasi al termine della sfida di domenica scorsa contro il Sassuolo, di uno sputo nei confronti di Di Francesco: a norma di regolamento, il gesto di per sé riprovevole sarebbe rubricato nella fattispecie di una condotta violente a alla stregua sarebbe meritevole di tre giornate di squalifica.

Leggi anche:  Espulsione Ibra: cosa ha deciso il giudice sportivo. Tutti gli squalificati

Ma i guai per Douglas Costa non sono terminati: infatti la Procura della Figc ha segnalato anche un altro gesto del brasiliano, nel caso di specie il primo colpo, ossia un tentativo di gomitata ai danni dello stesso Di Francesco, che però non è andato a segno. In questa circostanza, laddove il Giudice Sportivo ravvisi anche il tentativo di colpire l’avversario alla stregua di una condotta violenta, le giornate di squalifica potrebbero addirittura raddoppiarsi, passando così dalle potenziali tre alle possibili sei gare di stop.
La prassi del Giudice Sportivo, d’altronde, mira ad escludere aprioristicamente una soluzione intermedia, che contempli all’incirca 4 o 5 giornate di squalifica.
Assumerà particolare rilievo ai fini della motivazione dei provvedimenti che verranno emessi dal Giudice Sportivo anche le eventuali annotazioni da parte dell’arbitro dell’incontro, il signor Daniele Chiffi della sezione di Padova, che potrebbe di sicuro giocare un ruolo fondamentale ai fini della decisione.

  •   
  •  
  •  
  •