L’ex arbitro Marelli attacca Nicchi: “Le frasi sul Var? Vuole solo apparire e non sa di cosa parla”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui
NAPLES, ITALY - AUGUST 27: Player of SSC Napoli Dries Mertens scores the 2-1 goal during the Serie A match between SSC Napoli and Atalanta BC at Stadio San Paolo on August 27, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Luca Marelli polemico nei confronto di Nicchi. La stagione degli arbitri italiani non è iniziata nel migliore dei modi con tanti errori nelle prime quattro giornate e un utilizzo sempre meno frequente del Var. Il numero uno dell’AIAMarcello Nicchi, è intervenuto sulla questione degli errori dei direttori di gara ammettendo: “Usare di più la Var? C’è un protocollo chiaro, e non è cambiato nulla dallo scorso anno: se gli arbitri lo seguono, è ok, se sbagliano non seguendolo è un errore. Il Var ha indicazioni chiare su come essere utilizzato, e purtroppo non cancella tutti gli errori”. L’ex arbitro Luca Marelli, ora opinionista televisivo, non ha gradito le parole del presidente degli arbitri e lo ha attaccato in maniera polemica sul suo profilo facebook.

Le sue parole sono eloquenti: “Nicchi, come al suo solito, non resiste alla tentazione di apparire, sempre ed ovunque, appena gli venga offerto un altoparlante di qualsiasi tipo: televisione, radio, giornali, siti web, agenzie stampa. Il problema è che, come spesso capita, sborda pesantemente rispetto al suo ruolo, a volte cadendo in incredibili errori.  Nicchi ha oggi offerto proprio un bel servizio ai “suoi” arbitri, di fatto consegnando ai quotidiani l’argomento che aspettavano: il protocollo non è cambiato, semmai gli arbitri hanno sbagliato. Geniale, Marcellone, geniale. Stare zitto e non occuparti di questioni che non lo riguardano è chiedere troppo? Qual è il problema degli arbitri? Lasciate perdere sudditanza, malafede ed altre scemenze del genere: il problema, da 10 anni, è proprio lui. Lo scorso anno il protocollo citava la dizione “chiaro errore”, quest’anno la dizione utilizzata è di “chiaro ED EVIDENTE errore”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: