Manuel Lazzari, il laterale della Spal una delle poche note liete dell’Italia di Mancini

Pubblicato il autore: Alessandro Simini Segui

Italia – Foto Getty Images© scelta per SuperNews


Manuel Lazzari
, esterno destro classe 1993, ha debuttato ieri sera con la nazionale italiana, nella sciagurata sconfitta allo stadio Da Luz di Lisbona, contro il Portogallo ( priva di Cristiano Ronaldo). Una delle poche note positive dell’Italia, è stato appunto il laterale destro della Spal, che con gran corsa e grandi coperture a livello difensivo, è stato uno, se non il migliore giocatore della partita persa ieri sera contro il Portogallo.

La scheda di Manuel Lazzari:
Cognome: Lazzari
Nome:Manuel
Nato a: Valdagno ( Vicenza)
Data di nascita 29/11/1993
Altezza 174 cm
Peso 67 kg
Scadenza del contratto: 30/06/2023
Procuratore sportivo: Agente Italian Managers Group s.r.l.

Carriera di Manuel Lazzari:
2010-2011: esordisce in serie D con il Montecchio Maggiore
2012-2013: esordisce in Lega Pro con la Giacomense dove colleziona 24 presenze
2013-2014: passa alla Spal, dove, sempre in Lega Pro, riesce a collezionare 30 partite
2014-2015: nella sua seconda stagione alla Spal,  colleziona 29 presenze
2015-2016: nella sua terza stagione, riesce a collezionare 32 presenze con 2 gol al attivo, Sempre in questa stagione la Spal riesce ad ottenere la promozione in Serie B
2016-2017: in serie B colleziona 39 presenze. In questa stagione la squadra emiliana riesce ad ottenere la clamorosa promozione in Serie A.
2017-2018: nella massima serie Manuel Lazzari riesce a collezionare 36 presenze con 2 gol al attivo; riuscendo, inoltre, a centrare l obiettivo salvezza con la Spal

Leggi anche:  Bel gioco o risultati? La classifica del possesso palla in Serie A: Juve, Napoli e Atalanta al top, l'Inter...

Caratteristiche tecniche di Manuel Lazzari:
Grazie al mister della Spal, Leonardo Semplici, Manuel Lazzari venne adattato da esterno destro nel 3-5-2. Questo consentì a Lazzari, di migliorare sia nella fase offensiva ma soprattutto nella fase difensiva, grazie, soprattutto, ad un’ottima corsa e ad eccellenti coperture difensive

  •   
  •  
  •  
  •