Roma, angeli e demoni

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Articoli come questo ne abbiamo scritti molti, e purtroppo non sembra che questo sia l’ultimo, anzi. L’aria di Roma è “strana” ed è approvato scientificamente, nemmeno le centraline che misurano la stessa riescono ad analizzarla bene perché qualcosa di misterioso c’è sicuramente. Quello che succede nell’ambito calcistico (sponda giallorossa) ha dell’inverosimile ed è difficile da spiegare e capire, se fossimo al cinema (dove si sono fatti centinaia di film su Roma) potremo titolare la questione in molti modi da: Un americano a Roma a Roma città aperta; da: Quo Vadis a Barabba; da: Vacanze Romane a Mamma Roma etc. etc. ma non siamo al cinema, e se tutto sembra una fiction o addirittura una barzelletta così non è, ma la pura realtà; proviamo a ricostruire il tutto

Demoni
Sì potrebbe dire: “ogni giorno c’è ne una…” visto che si parla di Roma, ed in una citta che vive di calcio tra bar; uffici; radio e tv ci sono milioni di opinioni diverse che poi i social amplificano spesso in maniera sbagliata o per qualche like in più, da Strootman a Totti la situazione sta degenerando. Dopo la vittoria di Torino, la società (che non ha mai detto di trattenere nessuno anzi il contrario) ha venduto Strootman a mercato italiano chiuso andando ad irritare i tifosi che già erano irritati per la cessione di Nainggolan. Poi i risultati negativi (pareggio casalingo in rimonta con l’Atalanta; e sconfitta a S. Siro con il Milan) e le ottime prestazioni di: Gerson; Defrel; Strootman e tutti i “partenti” hanno fatto si che chi già contesta la società (PallottaBaldissoni e Monchi) spostasse il suo interesse anche su mister Eusebio Di Francesco reo di sbagliare formazione perché “aziendalista” ed addirittura “inadeguato”, ma il bello doveva ancora arrivare nella già sventurata e (sembra) maledetta Trigoria, quando alla radio ufficiale è intervenuto il re; il supremo; la nemesi e la catarsi; la Roma: Francesco Totti. Ha parlato a ruota libera (come ha sempre fatto) dicendo solo la verità, ma qualcuno e riuscito a mettere in discussione anche il Capitano che per la Roma ha fatto e dato molto, come se ci fosse un lato oscuro che non vuole la fortuna dei giallorossi che poi è quello che conta più di tutto pro e contro la società, il bene primario di tutti i tifosi indistintamente, ovvero la Roma

Leggi anche:  Criscitiello duro su Ronaldo: "La strada del tramonto è sempre più vicina. Lukaku invece..."

Angeli
Partiamo da un presupposto, anzi da più di uno. Ci sono certezze imprescindibili che vanno prese in considerazione, la prima è che siamo solo alla terza giornata e due giornate sono state giocate ad agosto, la Roma ha quattro punti come l’Inter; uno più del Milan e due meno del Napoli; cinque meno della Juventus che (non doveva ricordarlo Totti) e la squadra che vince da sette anni consecutivi ed ora ha il giocatore più rappresentativo del pianeta tra le sue fila. Francesco Totti ha detto semplicemente la verità, la Roma combatterà per arrivare tra le prime quattro e la Juventus è ancora sopra a tutte; che i giovani scalpitano per giocare sempre; e che si cercherà di fare più strada possibile in Champions League. Parole che vengono dal Capitano che per questo è stato messo in discussione da qualcuno, il Capitano ha ribadito quello che tutti sanno in città a prescindere dall’aria, il resto sono solo chiacchiere da bar

  •   
  •  
  •  
  •