Caos Serie A, Chievo: gialloblu penalizzati di tre punti, al presidente Campedelli tre mesi di squalifica

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Nella tarda mattinata di oggi, il Tribunale Federale ha comminato al Chievo tre punti di penalizzazione da scontare in questo campionato, tre mesi di squalifica al suo presidente Luca Campedelli e un mese e quindici giorni ai consiglieri della società clivense Piero Campedelli, Giuseppe Campedelli, Michele Cordioli e Antonio Cordioli, oltre ad una pena pecuniaria di 200 mila euro.
Tutte queste squalifiche che sono state ufficializzate solo oggi, sono state affibbiate per il caso plusvalenze, dove i gialloblu erano stati già deferiti (insieme al Cesena, club fallito quest’estate) per aver sottoscritto le variazioni di tesseramento di alcuni calciatori indicando un corrispettivo superiore al reale e per aver contabilizzato nei bilanci plusvalenze fittizie e immobilizzazioni immateriali di valore superiore al massimo dalle norme che regolano i bilanci delle società di capitali.

Leggi anche:  Espulsione Ibra: cosa ha deciso il giudice sportivo. Tutti gli squalificati

Per come si prospettava al Chievo è andata piuttosto bene visto che la Procura ieri aveva chiesto inizialmente una penalizzazione di quindici punti per la squadra e tre anni di squalifica per il suo presidente Luca Campedelli, ma alla fine il Tribunale Federale ha accolto in buona parte la tesi difensiva portata in aula dall’avvocato del club Marco De Luca che aveva chiesta l’improcedibilità per un vizio di forma: secondo lui il deferimento non sarebbe stato firmato dal Procuratore Federale ma da aggiunti non titolati a farlo in base a quanto previsto dal Codice di Giustizia Sportiva.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: