Serie A, Juventus: i primi sette anni dello Stadium hanno fatto la differenza

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

La Juventus esattamente sette anni fa inaugurava il suo stadio di proprietà (Allianz Stadium) che in queste stagioni è stato un fortino quasi inespugnabile che le hanno permesso di fare la differenza nel campionato italiano vincendo sette scudetti consecutivi e quattro coppe Italia comprese due finali di Champions League perse.
La prima partita nel nuovo impianto fu giocata l’8 settembre 2011 contro gli inglesi del Notts County (1-1 il risultato finale con gol di Luca Toni), il club professionistico più antico del mondo al quale la Juventus si era ispirato per i suoi colori bianconeri. La prima partita di campionato invece fu giocata tre giorni dopo, l’11 settembre che vide i bianconeri battere il Parma per 4-1.

Leggi anche:  Calciomercato Juventus: parte l'assalto all'attaccante colombiano

Facendo la somma delle partite giocate nel massimo campionato, i piemontesi in 134 partite sono riuscite a vincerne la bellezza di 113, alle quali vanno aggiunte 17 vittorie su 29 in Europa e 14 successi su 17 in Coppa Italia; l’unico club al mondo che è riuscito a fare meglio in questo arco temporale è stato il Barcellona di Leo Messi.

La prima sconfitta casalinga per la Juventus è arrivata il 3 novembre 2012 quando l’Inter dell’allora tecnico Andrea Stramaccioni riuscì a violare lo stadio torinese vincendo 3-1 in rimonta; in Serie A le uniche squadre che in questi anni sono andate via dallo Stadium con i tre punti oltre ai nerazzurri sono state Sampdoria, Udinese, Lazio e Napoli più la Fiorentina in Coppa Italia (poi però eliminata nel ritorno). L’impresa in Europa invece è riuscita solamente a Bayern Monaco e Real Madrid.

Leggi anche:  Ziliani contro Maresca: "CR7 non espulso per un calcio in faccia a Cragno, a Ibra rosso diretto per proteste"

Squadre di alto livello come Napoli, Roma e Milan sono uscite sconfitte sette volte su sette, mentre l’unica formazione imbattuta è il Frosinone (un solo precedente però) che nel settembre 2015 con un gol al 90′ minuto di Blanchard riuscì a portare a casa un pareggio insperato.
Le partite con la porta inviolate sono fino ad ora 78, record nei cinque campionati principali europei (Italia, Spagna, Inghilterra, Germania e Francia); d’altronde i trofei si vincono con la difesa e la Juventus ne è l’esempio più lampante.

Lo Stadium non è solo di successi in campo, infatti fuori è soprattutto fonte di ricavi: il tutto esaurito è praticamente certo in quasi tutte le partite e i 29.300 abbonamenti per questa stagione sono stati venduti in pochi giorni grazie al colpo sensazionale di Cristiano Ronaldo. In più vanno aggiunti i circa 12 milioni di euro annui incassati grazie alle attività commerciali e alle iniziative slegate dal match (come “Accendi una Stella”, Membership, Stadium Tour e Museo). Con questi ricavi il club bianconero ogni anno può programmare grandi acquisti e restare così ai vertici della Serie A chissà per quanto tempo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: