Serie A top e flop 5.a giornata: spettacolo Napoli, Juventus cinica, Milan il bel gioco non basta

Pubblicato il autore: Francesco Perna Segui

Foto Getty Images© per SuperNews

Dopo i risultati della quinta giornata di Serie A, sembra profilarsi una fuga di Juventus e Napoli, in attesa dello scontro diretto di sabato allo Stadium.

I bianconeri si imbattono nel muro frusinate e per 80 minuti ci sbattono contro, ma nel finale sale in cattedra Ronaldo che sblocca un match complicato e nel recupero l’uomo più in forma, ovvero Bernardeschi, firma il raddoppio. Gli uomini di Allegri si confermano in testa a punteggio pieno e vivranno i prossimi tre impegni tutti a Torino, contro Bologna, Napoli e Young Boys, cercando di sfruttare il fattore campo per concludere questo tour di gare in testa in entrambe le competizioni.

Ma il Napoli di Ancelotti non sta a guardare. Anche a Torino è arrivata una vittoria convincente in un campo molto difficile. Il simbolo di questa squadra è Lorenzo Insigne che nel nuovo ruolo incanta, ma soprattutto segna. La formazione scesa in campo oggi è una lontana parente di quella della scorsa stagione e una rosa più ampia sta permettendo al Napoli di essere meno prevedibile. L’Inter strappa tre punti pesantissimi a Marassi, ancora nel recupero. Una vittoria fondamentale che permette alla squadra di Spalletti di allungare su Milan e Roma.
I rossoneri per due volte si fanno rimontare, buttando via la vittoria nel finale. Gattuso è sotto esame dopo i due mezzi passi falsi, e ad Empoli sarà vietato sbagliare se non si vorrà perdere ulteriore terreno. Per Gasperini un ottimo punto anche se la classifica non sorride agli orobici.

La Roma non esce dalla crisi e crolla a Bologna. Per Di Francesco sembra non finire questo periodo nero dove la squadra sembra essere in crisi d’identità; il turno infrasettimanale e il derby di sabato prossimo saranno test da non fallire. I felsinei trovano gol e tre punti: le prime reti in Serie A per Mattiello e Santander, regalano un sospiro di sollievo a Pippo Inzaghi.

La festa in casa Inzaghi è doppia visto il largo successo della Lazio contro il Genoa. Immobile si riprende dal digiuno siglando una doppietta nel poker contro il Genoa. Si sblocca Milinkovic Savic mentre nel Genoa va ancora a segno il solito Piatek, sempre più uomo copertina in questo inizio di stagione.
Negli anticipi di questo quinto turno, Sassuolo, Parma e Fiorentina vincono i rispettivi match tra le mura amiche.Venerdì il Sassuolo aveva vinto in rimonta contro l’Empoli, ancora con Boateng a segno. Un successo che proietta i neroverdi al terzo posto in classifica. Il Parma trova il secondo successo consecutivo contro il Cagliari. Inglese e un super goal di Gervinho lanciano i crociati tra le prime dieci del campionato; un vero e proprio miracolo se si considera che soltanto tre anni fa i ducali erano in Serie D.

La Fiorentina dopo due gare lontane dal Franchi senza successo, ritrova la vittoria, con Pjaca che firma il suo primo gol in Serie A. I viola volano al terzo posto e migliorando il rendimento in trasferta potranno essere la mina vagante di questo campionato. L’Udinese sbanca il Bentegodi grazie ai soliti De Paul e Lasagna. Velazquez si gode la classifica e si coccola l’esplosione del talento argentino, protagonista a Verona di una prestazione di livello assoluto, condita anche da un assist.

  •   
  •  
  •  
  •