Spalletti squalificato contro la Fiorentina, Inter pronta al ricorso d’urgenza

Pubblicato il autore: Gabriele Ripandelli Segui

E’ arrivata l’ufficialità dal giudice sportivo. L’ Inter giocherà la partita contro la Fiorentina senza che il suo allenatore possa sedersi in panchina. Spalletti era stato allontanato sabato sera dal campo di Marassi al 49′ minuto di gioco subito dopo il gol di Brozovic e per questo dovrà saltare la gara contro i Viola. L’Inter aveva giocato una partita tesa contro una Sampdoria in forma, riuscendo a dominare a tratti e passare in vantaggio dopo molti tentativi. Il terzo gol allo scadere del secondo tempo, dopo quelli giustamente annullati di Nainggolan, Asamoah e Defrel, aveva fatto esplodere di gioia i tifosi giunti in massa allo stadio oltre che Spalletti.

Si pensava che la squalifica arrivata per l’esultanza del tecnico nerazzurro sarebbe potuta consistere solo in una somma di denaro da pagare. In realtà il referto indica che Spalletti abbia assunto un “atteggiamento polemico nei confronti del Quarto Ufficiale uscendo dall’area tecnica” e quindi è scattata la squalifica per una giornata. L’Inter ha comunicato in apertura della conferenza stampa odierna la decisione di fare ricorso d’urgenza, con la sentenza che sarà discussa domani mattina, ed ha espresso la richiesta di non fare domande all’allenatore sulla questione ponendolo come argomento taboo.

Leggi anche:  Juventus, Zidane è sempre più vicino: le ultime dalla Spagna

Alla domanda “Pensa che l’Inter venga trattata diversamente?” però Spalletti ha voluto toccare l’argomento esultanza dicendo di essersi girato verso l’ufficiale di gara dopo il gol perché era un momento importante e non in precedenza sugli episodi del Var. “Probabilmente– ha affermato- si crea un precedente difficile da gestire in futuro. Ma la questione è chiusa“. Del resto, spesso si sono visti nei campi del nostro campionato discorsi anche più accesi tra allenatori e quarti ufficiali.

Per l’Inter delle ultime partite è sicuramente una perdita importante. La vittoria in Champions con il Tottenham e quella in campionato con la Sampdoria sono arrivate più per una prova di grinta e carattere che per il bel gioco. Spaletti è uno dei migliori della serie A nel caricare la squadra dalla propria panchina nei 90 minuti. Perderlo per squalifica per la partita contro una Fiorentina in grandissima forma, costruita per l’attacco ed il bel gioco rischia di costare caro.

 

  •   
  •  
  •  
  •