Totti e il “rimprovero” al figlio Christian per il fairplay: “Io avrei segnato … “

Pubblicato il autore: Marie Morel Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Ha appena dodici anni Cristian, il figlio di Francesco Totti,l’indimenticato, storico ex capitano giallorosso, e già sa come distinguersi in campo. Il giovanissimo Cristian si trovava a Madrid, per partecipare con la Roma ad un torneo per Under 14, quando si è reso protagonista di un singolare episodio di fairplay che gli è valso un’intervista da parte della TV locale, in cui ha potuto sfoggiare il suo ottimo inglese. Il ragazzo, che gioca in attacco, quasi sempre con la maglia numero 9, si è scontrato con il portiere che è caduto rovinosamente, mentre lui proseguiva la sua corsa verso la porta, ormai indisturbato. Quando si è reso conto che l’avversario era rimasto a terra, avrebbe potuto tranquillamente finalizzare l’azione, infilando la porta, ma ha rinunciato al goal, per andare a soccorrerlo. Alla giornalista che lo ha intervistato, ha semplicemente detto:”Non mi importava del goal, mi importava solo che il mio avversario stesse bene“.  Per Cristian Totti, che studia in una prestigiosa scuola internazionale a Roma, il calcio è, per il momento, per volere di mamma Ilary Blasi d’accordo con papà Francesco, soltanto un gioco e puro divertimento. Il suo gesto è stato molto apprezzato anche dall’allenatore che gli ha detto di essere orgoglioso del suo comportamento. Francesco Totti, invece, ospite di Fabio Fazio a “Che tempo fa”, ha ironizzato sull’episodio, dicendo che, se fosse stato nei panni di suo figlio, prima avrebbe segnato e solo dopo sarebbe tornato indietro ad accertarsi delle condizioni del portiere, per poi concludere con un ammiccante : “Scherzo, ha fatto bene“.

Leggi anche:  Euro 2020, Gravina scrive a Draghi: "Importante per l'Italia che la Uefa confermi"
  •   
  •  
  •  
  •