DAZN-SKY, gli utenti scontenti possono richiedere il rimborso: le modalità del reclamo

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Foto Getty Images© per SuperNews

DAZN-SKY, il pasticcio del doppio abbonamento. La divisione in due pacchetti dei diritti televisivi della Serie A a partire dalla stagione 2018/19 ha creato malumori tra i tifosi, costretti a subire un aggravio di costi per la visione dell’intero palinsesto. Nonostante l’offerta delle partite si sia ridotta di un terzo, Sky non ha abbassato per nulla i prezzi degli abbonamenti, generando malcontenti tra chi aveva sottoscritto il servizio precedentemente. La nuova arrivata DAZN si sta rivelando un flop con problemi tecnici di streaming, interruzioni continue e difficoltà nel recedere i contratti. Insomma un disastro annunciato che ha dirottato molti utenti verso la disdetta. A tal proposito, l‘ADUC, associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori, è intervenuta a difesa di coloro che si ritengono scontenti del nuovo sistema di diritti televisivi.

Leggi anche:  Nuno Tavares nel mirino del Napoli: offerta al Benfica

DAZN-SKY, ADUC offre la possibilità di richiedere il rimborso. Dal momento che Sky non ha comunicato alcuna possibilità di modificare le condizioni contrattuali, l’associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori ha spiegato come fare reclamo per chiedere i soldi indietro. In una nota dell’ADUC, riportata dal sito calcioweb.eu, si legge: “Abbiamo predisposto un modello di raccomandata AR (o PEC) di messa in mora che i consumatori possono compilare con i propri dati inviare a Sky per chiedere restituzioni e indennizzi. In caso di risposta negativa o di mancata risposta, si può attivare – gratuitamente – il tentativo di conciliazione davanti al Corecom della propria regione, chiedendo – nel caso in cui Sky non abbia risposto – anche la corresponsione di un indennizzo per mancata risposta al reclamo. Se anche il tentativo di conciliazione fallisse, il consumatore potrà chiedere – sempre gratuitamente – al Corecom di definire la controversia condannando Sky a restituire le somme indebitamente riscosse per i servizi non usufruiti nella misura del 30% dell’importo corrisposto per il pacchetto Sky calcio e a pagare gli indennizzi previsti dalla legge”.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: , ,