Inter, l’esame rimandato col Barcellona e la prova Lazio per capire chi sei

Pubblicato il autore: Francesco Fiori Segui

La sconfitta del Camp Nou sembra aver spazzato via quanto di buono fatto sin quì dall’Inter di Spalletti. Un esame rimandato a causa della grandezza del Barcellona, preso forse con più leggerezza a causa dell’assenza di Lionel Messi e che di fatto ha rivalutato la Champions nerazzurra.

Radja Nainggolan – Foto Getty Images© per SuperNews

Non è una bocciatura definitiva, perché il Barcellona ha dimostrato le lacune dell’Inter, dalla mancanza dell’uomo di fantasia al centro del campo, vedi lo Sneijder del 2010 e il tandem d’attacco Icardi-Martinez che, non provato in campionato, non può stupire subito in simili palcoscenici.

Va ricordato però che l’Inter è arrivata a Barcellona dopo un derby giocato sui nervi di una partita che ha avuto difficoltà ad essere portata a casa e che senza l’errore di Donnarumma avrebbe tolto certezze all’ambiente di Appiano Gentile.

Leggi anche:  Italia-Austria: quella volta che...i precedenti

Ha certamente pesato l’assenza di Nainggolan, forse molto di più rispetto alla sponda opposta con il già citato Messi, con il povero Borja Valero buon gregario ma non campione spacca-partite.

L’esame vero, quello del campionato, è quello che lunedì sera vedrà la Lazio a caccia di una vendetta dopo la scorsa stagione e la notte di Vecino, sopratutto dopo la convincente prova di Marsiglia in cui la squadra di Inzaghi ha mostrato alternative di lusso e un gioco spregiudicato.

Il tutto in attesa del nuovo assetto societario, con Steven Zhang presidente, una perdita a bilancio di appena 17 milioni e Giuseppe Marotta alla finestra.

  •   
  •  
  •  
  •