Milan, Gattuso e Leonardo ai ferri corti. La squadra è dalla parte del tecnico

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

Leonardo – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

La sconfitta al derby ha portato di nuovo l’alta tensione in casa Milan. L’aria è tesa, non solo nei riguardi dell’allenatore, anche nei confronti della squadra. Leonardo e Maldini non hanno gradito l’atteggiamento della formazione schierata durante la partita contro l’Inter, così come le scelte fatte da Gattuso. Al posto di Babayoko ci si aspettava l’ingresso di Laxalt, mentre Cutrone non è stato apprezzato nella posizione di esterno offensivo, dove non ha dato il meglio che solitamente dà nella sua naturale posizione.

La visione di Leonardo è completamente diversa da quella di Gattuso, il brasiliano gradirebbe maggiore inserimento dei nuovi acquisti, come Laxalt, Castillejo e Caldara. Sono elementi sui quali la società ha investito ed è giusto valorizzarli. Bisogna anche sottolineare che il rapporto tra i due non è mai stato solido, ci sono frizioni fin dai tempi in cui Rino era giocatore. Adesso la tensione sembra continuare anche con ruoli diversi, anche se Maldini prova a fare da mediatore, elogiando l’allenatore.
Il cambio di panchina è un’idea sempre viva tra i dirigenti rossoneri, fin dalle prime partite di campionato, sembrano essere ancora convinti che al Milan serva per poter esprimere al meglio il potenziale dell’intera rosa.

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

A Leonardo piace Antonio Conte, ancora libero come allenatore, potrebbe davvero fare bene ai rossoneri. Purtroppo non sarà facile portarlo sulla panchina del Milan, quindi l’idea si è spostata verso Giovanni Branchini, prima chiamata in caso di esonero di Gattuso a stagione in corso. Gattuso dalla sua parte ha solo la squadra, che lo ha elogiato durante tutte le interviste pre-derby, anche le intenzioni del fondo Elliott non sono delle migliori per Rino. A quanto pare sembra preferire un nome nuovo e prestigioso da portare a Milano.

  •   
  •  
  •  
  •