Autogol di Giaccherini in Chievo-Sassuolo, il video diventa virale sui social

Pubblicato il autore: Matteo Ingrosso Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

È arrivata un’altra sconfitta per il Chievo di Giampiero Ventura. Quel “meno” dalla classifica dei clivensi non è stato ancora eliminato e, come se non bastasse, il ko contro il Sassuolo di De Zerbi è arrivato nella maniera peggiore: un autogol di Emanuele Giaccherini, uno dei leader dei gialloblu. Allo scadere del primo tempo il Chievo va sotto con il goal di Di Francesco, la squadra di Ventura però non si disunisce, cerca di trovare il pareggio andandoci anche abbastanza vicino prima con Bani, poi due volte con Stepinski, con i neroverdi che sprecano in due occasioni il pallone del due a zero. Al 94′ la pietra tombale sulla gara e sul morale dei giocatori del Chievo, in primis proprio Giaccherini: Sensi si invola sulla fascia sinistra e serve Berardi che, da solo davanti alla porta, centra in pieno Sorrentino, bravo nel neutralizzare il tiro potente ma non troppo angolato del numero 25 del Sassuolo. Sulla respinta, ecco la follia di Giaccherini. Con il proprio portiere ancora a terra, il centrocampista ex Juventus e Napoli fa la sciagurata scelta di appoggiare la palla con il petto, magari nella speranza di poter essere rilanciato immediatamente per un ultimo ribaltamento di fronte. In realtà, Sorrentino fatica a rialzarsi e la palla si insacca beffarda nella rete: la faccia di Giaccherini è tutto un programma.

Leggi anche:  Dove vedere Uruguay-Cile, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

https://www.youtube.com/watch?v=PWqXYSbaYzU

Questo autogol sentenzia in maniera ancor più netta il periodo nero del Chievo in questa stagione: il caso delle plusvalenze fittizie, prima, e i risultati estremamente negativi sul campo, dopo, hanno portato i gialloblu ai minimi storici in Serie A. Chissà se il destino della squadra di Campedelli sia già segnato. Di certo, qualcosa deve cambiare e lo sfortunato episodio che ha coinvolto Giaccherini sembra essere l’emblema di una squadra che non trova più il sostegno dei suoi soliti trascinatori come Birsa, Cacciatore e lo stesso Giack. Ad attendere il Chievo, domenica prossima, ci sarà il Bologna e i tifosi veneti non aspettano altro che un riscatto emotivo e di gioco. Staremo a vedere.

  •   
  •  
  •  
  •