Da Mazzone a Mourinho, il riscatto degli allenatori insultati dai tifosi

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

La Juventus ieri sera, all’Allianz Stadium, ha perso una buona opportunità di poter accedere agli ottavi di finale di Champions League, con due giornate di anticipo, in modo da potersi dedicare completamente al campionato.
Il Manchester United, dominato per 80 minuti dai bianconeri, negli ultimi 10, ha ribaltato la gara, approfittando di un calo di concentrazione, sottolineato anche da Allegri.

Il vero protagonist, della serata europea è stato José Mourinho che, al fischio finale, s’è riscattato, nei confronti dei tifosi juventini, che l’hanno subissato di insulti e fischi per tutta la gara. E’ una bufera social, su chi gli dà ragione, e chi gli sostiene che lo Special One poteva contenersi. Ma Mourinho, non è nuovo a questi gesti. E non è l’unico.
Chi non può scordare, la corsa frenetica di Carletto Mazzone, in quel famoso derby lombardo Brescia-Atalanta, quando i tifosi orobici, per 90 minuti, gli dedicarono offese e insulti. A pochi minuti dal termine, il Brescia di Baggio e Pirlo, perdeva per 1-3. Al pareggio il tecnico romano si è scatenato con la corsa forsennata verso la curva atalantina, prima dell’inevitabile espulsione comminata dall’arbitro Collina.
Immagini che resteranno nel ricordo di tutti. In fondo, anche gli allenatori, provano emozioni, e subiscono ingiurie da tutti. E se scoppia la scintilla, non li ferma più nessuno.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky o Eleven Sports? Dove vedere Argentina-Paraguay in tv e in streaming, Copa America 3^ giornata