De Laurentiis a sorpresa: “Sto comprando un’altra squadra. Con il fatturato della Juventus avrei vinto dieci scudetti”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui
during the pre-season friendly match between SSC Napoli and OGC Nice at Stadio San Paolo on August 7, 2016 in Naples, Italy.

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

L’annuncio a sorpresa di De Laurentiis. Il presidente del Napoli fa spesso parlare di sé e non è mai banale nelle sue dichiarazioni. Intervenuto al convegno “Andro Day percorso di salute al maschile” insieme al medico sociale del Napoli Alfonso De Nicola, Aurelio De Laurentiis si è reso protagonista di una serie di frasi ad effetto culminate con un annuncio a sorpresa. Come riportato dal sito de La Gazzetta dello Sport, il patron degli azzurri ha rivelato: “Napoli è un grande attrattore, ovunque vado non fanno che parlarmene, soprattutto all’estero. Siamo la diciannovesima squadra al mondo, non abbiamo debiti con le banche, siamo un modello virtuoso. Forse non riusciremo a battere la Juventus, chi lo sa, ma con quel fatturato, dieci scudetti li avrei vinti anch’io. Noi spesso ci siamo andati molto vicini. Comunque sto comprando anche una squadra inglese, il progetto è in progress“.

De Laurentiis e la questione stadio. Continua la battaglia legale e non solo tra il presidente del Napoli e il Comune per la gestione del San Paolo. A margine del convegno, De Laurentiis si è espresso così sulla questione: “Non vado allo stadio perché dal settore che occupo non si vede niente. Il Comune non ha mai fatto nulla per il San Paolo dal 1990, quando sono stati fatto i lavori sono stati rubati diversi miliardi di lire e nessuno mai è andato in prigione. Mi chiedono: vai altrove? Ci metto 2 secondi a comprare il terreno e 18 mesi per costruire il nuovo stadio, ma questo è il teatro di Maradona. L’unica parte importante della storia del Napoli, di un passato che non voglio dimenticare”. L’ennesimo show mediatico di Aurelio De Laurentiis. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, Cristiano Ronaldo non si sbilancia: "Quello che verrà, sarà per il meglio. Ora sono concentrato sull'Europeo"