Juventus, Marotta ha rescisso ufficialmente il contratto: il suo futuro si chiama Inter

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
beppe-marotta-juventus-calciomercato

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

La notizia del divorzio tra Giuseppe Marotta e la Juventus era nell’aria da settimane, ma ora c’è stata anche l’ufficialità che ha messo definitivamente la parola fine al rapporto di lavoro tra il direttore generale e amministratore delegato per l’area sportiva ed il club bianconero; insieme a lui lascia anche un suo strettissimo collaboratore, ossia Aldo Mazzia, ex ad per l’area amministrativa.
Marotta era arrivato a Torino dalla Sampdoria il 1 giugno 2010 e ha condotto la squadra bianconera a vincere sette scudetti, quattro Coppe Italia e due finali di Champions League perse contro le corazzate Barcellona e Real Madrid.
Negli ultimi tempi il rapporto con il presidente Andrea Agnelli non era più quello di prima e molte cose tra i due si sono incrinate, dimostrato dalla trattativa di Cristiano Ronaldo chiusa proprio da Agnelli e non dall’amministratore delegato.

Leggi anche:  Pronta una nuova avventura per Vidal?

A Marotta è stata riconosciuta un’indennità sostitutiva di preavviso pari a 361.775 euro lordi, altrettanto a titolo transattivo e di incentivo all’esodo, lo ha reso noto la Juventus con questo comunicato sul sito: “Juventus Football Club S.p.A. comunica che sono stati sciolti i rapporti di lavoro dirigenziale con il signor Giuseppe Marotta con il riconoscimento al medesimo dell’indennità sostitutiva di preavviso che ammonta a 361 mila euro, e con Aldo Mazzia“.

Stando a voci di corridoio e rumors di mercato l’ad sta trattando con l’Inter per entrare a far parte del team dirigenziale e sembra che l’accordo sia stato trovato, anche se a quanto sembra per l’ufficialità si dovrà aspettare alcune settimane. Il dirigente varesino sarà il braccio destro del nuovo giovanissimo (quasi 27 anni) presidente nerazzurro Steven Zhang  che è apparso favorevolmente impressionato dal primo incontro con il dirigente a Milano, tant’è che i rapporti tra i due si sono intensificati, fino ad arrivare all’intesa raggiunta nei giorni scorsi.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura

Marotta, che sarà operativo da gennaio, affiancherà il ds Piero Ausilio con l’obiettivo di potenziare una rosa che possa al più presto contendere lo scudetto proprio alla Juventus; per lui sarà la nona esperienza come dirigente, nella sua lunga carriera iniziata nel lontano 1978 a Varese e proseguita in questi 40 anni con Monza, Como, Ravenna, Venezia, Atalanta e Sampdoria e Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •