Juventus senza rivali in Italia, Sconcerti attacca: “Le avversarie se ne fregano dello scudetto”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

La Juventus in fuga verso l’ottavo scudetto consecutivo, il giudizio di Mario Sconcerti. Trentasette punti su trentanove in tredici partite è il ruolino di marcia impressionante dell’inizio di campionato della squadra di Massimiliano Allegri. Il Napoli è a meno ottol’Inter a meno nove, lo scudetto per Cristiano Ronaldo e compagni sembra davvero una formalità. Mario Sconcerti se la prende con le avversarie che sembrano badare più al posto in Champions League che ad una reale ricerca dello scudetto. Nel suo classico editoriale sulle pagine de Il Corriere della Sera, il giornalista sportivo scrive: “Il campionato non conta più, è una chiave larga che apre una porta ormai sbilenca, inflazionata. Ripeto: la Juve ha il diritto di essere molto seccata dalla qualità degli avversari che se ne fregano di cercare lo scudetto, cercano solo la Champions. È un campionato tradito, è solo un mezzo per attaccare la cassaforte della Champions“.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: per il dopo Eriksen c'è Calhanoglu

La riflessione di Mario Sconcerti sulle avversarie della Juventus. Pur ammettendo la superiorità tecnica ed economica del club bianconero, il giornalista non accetta la presunta scelta delle rivali di non provare a competere seriamente. Sconcerti continua così nell’amara riflessione: “Niente conta niente, ci siamo inventati altri traguardi per essere tutti un po’ trionfanti, spinti non dalla squadra ma dalla piazza. Conta chi siamo, la nostra ricchezza, non come giochiamo, non che squadra abbiamo. Infatti si parla a novembre già di mercato. Faccio questo mestiere da cinquant’anni. Quando si parla di mercato così presto vuol dire che non si è per niente contenti del presente. Tutti: squadre, società, giornali, televisioni. E siamo già nella Superlega se il quarto posto vale come il primo”. 

  •   
  •  
  •  
  •