Serie A 13.a giornata, la presentazione dei match di campionato

Pubblicato il autore: Francesco Perna Segui


Dopo la sosta per gli impegni per le Nazionali, torna la Serie A con la 13.a giornata di campionato.

Ci eravamo lasciati con i 33 gol messi a segno, che come nel turno precedente, era stato il picco massimo di reti segnate in una giornata. Il campionato riaprirà i battenti sabato alla Dacia Arena, con il match tra Udinese e Roma. Nella panchina friulana ci sarà l’esordio per Nicola. L’ex tecnico del Crotone sostituisce l’esonerato Velazquez a cui è costata cara la sconfitta contro l’Empoli e uno score di un solo punto nelle ultime sette giornate. Di fronte ci sarà la compagine di Di Francesco reduce dal largo successo contro la Sampdoria. La squadra giallorossa ha viaggiato a corrente alternata in questo inizio e se vorrà centrare l’obiettivo Champions dovrà evitare i troppi cali di tensione fin qui avuti. L’imperativo è quello di collezionare una serie di risultati utili che le consenta di diminuire il gap verso le concorrenti. Alle 18 sarà la volta della Juventus impegnata allo Stadium contro la Spal. La prima gara dopo la sosta è sempre molto particolare e Allegri ne sa qualcosa.

L’unico stop dei bianconeri infatti è coinciso con la ripresa del campionato. Juve incerottata a centrocampo con i due tedeschi, Khedira ed Emre Can, che saranno out per la sfida contro gli spallini; possibile dunque un cambio di modulo per sopperire all’emergenza e visto i prossimi impegni probanti per i bianconeri. Inter – Frosinone chiuderà alle 20.30 il sabato calcistico. L’input per la squadra di Spalletti sarà quello di  riprendersi dopo il pesante ko subito a Bergamo. L’impegno di Wembley contro il Tottenham in Champions è alle porte, ma in questo momento la priorità è tornare a fare punti in campionato. Attenzione al Frosinone di Longo; i frusinati non perdono da quattro giornate e hanno collezionato sei punti vitali che hanno smosso una classifica fino a quel momento molto deficitaria. Il lunch match sarà il derby emiliano tra Parma e Sassuolo. Due squadre che stanno ben figurando in questa prima parte. Sfida nella sfida sarà quella tra le due coppie d’attacco; Gervinho e Inglese nei ducali e Boateng e Berardi nei neroverdi, che stanno trascinando con i loro gol entrambe le squadre.

Napoli – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Alle 15 tre sfide molto interessanti anche se ognuna di esse ha valori differenti. Al San Paolo il Napoli di Ancelotti ospiterà il Chievo. In questo mese il calendario sorriderà ai partenopei che sperano di poter recuperare punti alla Juventus ma per farlo saranno vietati cali di concentrazione. Nei clivensi non ci sarà il dimissionario Ventura; al suo posto è stato chiamato Di Carlo, chiamato ad un compito molto gravoso per poter provare a centrare la salvezza. Bologna e Fiorentina sono alla ricerca di certezze. Gli uomini di Inzaghi devono trovare risposte dopo l’inizio in salita e il solo Santander non può bastare per risollevare la classifica e l’umore in casa felsinea. I viola sono reduci da quattro 1-1 consecutivi e al Dall’Ara Pioli spera di ritrovare i gol dai suoi attaccanti; Simeone e Pjaca non riescono a spezzare il digiuno e i risultati infatti non sono arrivati. L’Atalanta dopo il poker di vittorie consecutive e quello di gol rifilato all’Inter, vuole continuare l’ascesa anche ad Empoli. Gasperini sembra aver ritrovato la bussola per riportare la “Dea” in Europa. Le insidie saranno tante visto l’ottimo inizio di Iachini sulla panchina toscana.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: quale sarà il futuro di Stefano Sensi?

Scontro per un posto in Champions quello tra Lazio e Milan all’Olimpico. Per i biancocelesti una gara che rappresenta un crocevia importante soprattutto a livello mentale: battere i rossoneri non solo servirebbe per allungare ma anche per sfatare il tabù di sconfitte contro le big che ormai dura da troppo tempo. Per Gattuso una vera e propria situazione d’emergenza. Servirà la gara perfetta per portare via punti e per cercare di non perdere ulteriore terreno. Il derby tra Genoa e Sampdoria sarà il posticipo domenicale. Dopo l’ottimo inizio entrambe le genovesi hanno vissuto un periodo di appannamento. Vincere significherebbe spezzare nella maniera migliore questa sterilità di risultati e farlo in una stracittadina assumerebbe valori ancor più significativi. Pochi gol nelle ultime sfide e chissà se Piatek e Defrel, uomini copertina ad inizio stagione, riusciranno a mettere la firma. Il monday night tra Cagliari e Torino chiuderà questo turno. I granata vogliono riprendersi dopo la sconfitta casalinga contro il Parma. Per farlo Mazzarri potrebbe cambiare il proprio credo tattico, per cercare di valorizzare al meglio la squadra. Di fronte ci sarà la formazione di Maran che fin a questo momento ha sviluppato un buon calcio. Pavoletti è il trascinatore dei sardi e insieme a Joao Pedro e Castro, forma un tridente molto congeniale al gioco del tecnico ex Chievo.

  •   
  •  
  •  
  •