Napoli, Ancelotti fissa l’obiettivo: “Lo Scudetto è un sogno non un’utopia”

Pubblicato il autore: Maurizio Ceravolo Segui

Carlo Ancelotti – Foto Getty Images© per SuperNews

Nel calcio fare proclami non porta mai fortuna e, questo, Carlo Ancelotti lo sa, però, quest’anno è consapevole di poter fare bene in una città che definisce “molto bella e con scorci favolosi” ma anche ” con molte contraddizioni“. L’allenatore di Regiolo, perciò, non si nasconde, nonostante i sei punti di distacco dalla Juventus, e dice:”lo scudetto deve essere un sogno e non un’utopia“.

Lo definisce sogno perché, nonostante i bianconeri negli ultimi anni siano irraggiungibili ed abbiano acquistato anche Cristiano Ronaldo, il suo Napoli quest’anno è più forte mentalmente e può far sì che il sogno diventi realtà. Eppure, rispetto allo scorso anno, il Napoli, ha cambiato poco dal punto di vista degli uomini perché i titolari sono rimasti sempre gli stessi, Jorginho a parte, però qualcosa nell’approccio alle partite è cambiato. Inoltre, la chiave sembra essere anche l’utilizzo dei calciatori, arrivati stanchi alla fine dello scorso campionato, con turnover moderati e con minutaggi nelle gambe che, sicuramente, saranno molto inferiori.

Leggi anche:  Bologna-Arnautovic è fatta: per la difesa uno tra Lyanco e Benatia

Freschezza mentale e fisica che avrà contribuito anche all’espressione di un ottimo calcio da parte di giocatori poco utilizzati come Ounas, ma anche da parte di titolari come Allan, Milik e soprattutto Insigne. Si, proprio lo “scugnizzo napoletano” sta avendo, come mai nella sua carriera, un feeling molto buono con la rete e ciò lo dimostrano le 7 reti in 12 partite di campionato e le 3 reti in 4 partite di Champions. Quest’ultima, la Champions, non deve nemmeno essere considerata un’utopia perché il Napoli è primo nel girone e può guardare con pacata serenità al proseguo del cammino.

Ma il presidente, Aurelio De Laurentiis, nonostante il buon rapporto con Sarri, sapeva che, in una piazza calda come Napoli, dove solo l’acquisto di un calciatore importante fa incendiare il pubblico, il migliore acquisto della stagione 2018/19 sarebbe stato proprio Carlo Ancelotti. L’allenatore emiliano è un burbero ma saprà farsi voler bene perché, leggendo il suo palmarès, si evince che il suo nome spinge verso un solo obiettivo: Vincere. Dopo queste parole del mister, sicuramente, nella patria della “smorfia napoletana”, staranno facendo i dovuti scongiuri ma sognare è gratis e se tutto ciò diventasse realtà, dopo 28 anni, la festa del pubblico partenopeo sarebbe grandiosa.

  •   
  •  
  •  
  •