Partite Serie A 25 novembre: alle 18 il big match Lazio-Milan, nel posticipo serale il derby della Lanterna

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
GENOA, ITALY - JANUARY 21: Fabio Quagliarella of Sampdoria celebrates after scoring goal 2-0 during the serie A match between UC Sampdoria and ACF Fiorentina at Stadio Luigi Ferraris on January 21, 2018 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Fabio Quagliarella – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Dopo la sosta per le Nazionali torna l’appuntamento con la giornata domenicale del campionato di Serie A che vedrà scendere le squadre per la 13.a giornata con parecchi incontri interessanti.

Si comincerà con il lunch match delle ore 12.30 tra Parma-Sassuolo che daranno vita al derby emiliano che si preannuncia molto equilibrato con le due squadre divise solamente da due punti (gialloblu 1 17, neroverdi a 19). Le due squadre stanno disputando un ottimo campionato con due gestioni totalmente diverse, dove i padroni di casa sono la quarta squadra più anziana della massima serie  mentre gli ospite la terza più giovane. Due soli  i precedenti in Serie A entrambi finiti per 3-1 una volta a favore del Parma e una del Sassuolo.

Alle ore 15 in campo la seconda in classifica, ovvero il Napoli che ospita il Chievo del nuovo allenatore Domenico Di Carlo; un testa coda che lascia ben poche speranze ai clivensi che sono attualmente l’unica squadra senza vittorie e con solo tre pareggi all’attivo e la classifica si fa sempre più preoccupante considerato anche i tre punti di penalizzazione. Il mister dei partenopei, farà un pò di turnover in vista dell’importante impegno di mercoledì in Champions League contro la Stella Rossa: partiranno dalla panchina Mertens, Hamsik, Allan e Hysaj che verranno sostituiti rispettivamente da Milik, Diawara, Rog e Malcuit.

Leggi anche:  Ramsey attacca la Juventus. Ecco le parole del gallese

Alla stessa ora interessante derby dell’Appenino tra Bologna-Fiorentina che vede le due squadre non vincere dal 30 settembre, dopodichè i rossoblu hanno infilato tre pareggi e due sconfitte, mentre i viola una sconfitta e quattro pareggi consecutivi.
Due ex importanti tra le fila toscana, ossia l’allenatore Stefano Pioli che nella stagione 2011- 2012 riuscì a portare gli emiliani al nono posto finale con 51 punti, miglior risultato dal 1999 e il ds Pantaleo Corvino che fu ingaggiato nel dicembre 2014 dove riuscì a sistemare la squadra facendola risalire in Serie A e dove la stagione successiva, da neopromossa raggiunse il quattordicesimo posto, miglior piazzamento dell’era Saputo.

Il terzo incontro del pomeriggio è quello tra Empoli-Atalanta con i toscani che prima della sosta hanno battuto di misura nello spareggio salvezza l’Udinese, vittoria che mancava addirittura dalla prima giornata (2-0 al Cagliari), mentre i bergamaschi dopo un inizio difficile, sono riusciti a vincere le ultime quattro partire risalendo prepotentemente in classifica dove ora si trovano a ridosso della zona Europa League.

Leggi anche:  DIRETTA LIVE Lavello Taranto Serie D: cronaca e risultato in tempo reale

Alle ore 18 ci sarà il big match dal sapore di quarto posto tra Lazio-Milan che si sfideranno nella capitale; rossoneri con tantissime assenze: Romagnoli, Musacchio, Caldara, Bonaventura, Biglia più lo squalificato Higuain che preoccupano non poco l’allenatore Gattuso che comunque schiererà una formazione che potrà dare filo da torcere ai biancocelesti che in questa stagione hanno perso tutti i big match (Napoli, Juventus, Roma ed Inter). Simone Inzaghi a differenza del suo collega, avrà tutta la rosa a disposizione eccetto l’indisponibile Lucas Leiva e dovrà cercare di approfittare dei tanti infortunati perchè con la vittoria staccherebbe i milanesi di quattro punti con una finale di girone abbordabile.

In attesa del posticipo del lunedì tra Cagliari-Torino, il derby della Lanterna Genoa-Sampdoria alle ore 20.30, concluderà la giornata domenicale. Stracittadina molto importante con le due squadre che stanno attraversando un pessimo periodo di forma. I blucerchiati nelle prime nove giornate avevano subito solamente quattro gol, poi nell ultime tre i gol al passivo sono stati addirittura undici (tre dal Milan, quattro da Torino e Roma) che hanno fatto precipitare gli uomini di Giampaolo a metà classifica. I grifoni, un punto in meno dei loro cugini, da quando siede sulla panchina Juric non è riuscita più a vincere una partita, ottenendo solamente due punti sui quindici disponibili, anche se il calendario non è stato dei più facili. Un derby da tripla anche il se pareggio alla fine potrebbe accontentare i due tecnici in vista di momenti migliori.

  •   
  •  
  •  
  •