Romagnoli, l’investitura di Biasin:”E’ il capitano che mancava al Milan”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Alessio Romagnoli – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Romagnoli, i complimenti di Biasin. Il gol contro l‘Udinese sa di investitura. Alessio Romagnoli si è preso il Milan in una sera di inizio novembre. Un sinistro chirurgico, una maglia al cielo e una pazza corsa sotto la curva dei tifosi rossoneri. Un’istantanea che rimarrà impressa nella memoria di tutti quelli che hanno visto Udinese-Milan. Anche in quelli di Fabrizio Biasin, che certo milanista non è. Il giornalista di Libero, che è tifoso dell’Inter, su Esquire.com ha tessuto l’elogio del capitano del Milan:”Alessio Romagnoli al “bla bla” preferisce il fiatone. Qualche giorno fa, per una questione di palloni che rimbalzano dove vogliono loro, ha messo la firma su un autogol di quelli che ti fanno recitare tutti i santi del calendario; una manciata di minuti dopo ha deciso il match contro il Genoa grazie a un colpo disperato e strappato alla logica che puoi anche pensare “che culo smodato!”, ma la verità è che avresti voluto essere al suo posto per capire che genere di gioia si possa provare”, così Biasin comincia il suo articolo-elogio su Romagnoli.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: quale sarà il futuro di Stefano Sensi?

Biasin continua a parlare di Romagnoli:”Qualche giorno dopo, e cioè domenica, questo ragazzo ha pensato che se uno è “difensore per definizione” non è che debba limitarsi a difendere “e al resto penseranno gli altri”, proprio no. Da capitano affamato e consapevole (“la zona Champions la conquisti solo se non ti accontenti mai”) ha fatto una cosa che non può non entusiasmare chi adora il calcio, anche da avversario.  Romagnoli se ne frega abbastanza: corre in area, attende che Suso faccia la scelta giusta, riceve palla, la scaraventa dentro, regala altri due punti ai suoi, si toglie la maglia, prende un’ammonizione, aspetta che l’arbitro dica “sì, è gol per davvero”, da tre punti. Pesantissimo.

Romagnoli, quante differenze con Bonucci

Biasin apprezza l’attaccamento di Romagnoli ai colori rossoneri:”Romagnoli ha rinnovato il suo contratto quando dal Milan molti volevano scappare per questioni maleodoranti del genere “ommamma qui viene giù tutto, che diamine sta succedendo? Meglio andar via”, lo ha fatto per dare l’esempio e convincere anche gli altri. Molti sono rimasti, qualcuno è andato via. A guardar bene in queste poche righe non si cita mai Leonardo Bonucci, avversario dei rossoneri domenica prossima, grande giocatore, ma capitano decisamente non rimpianto e che però ha avuto un merito: è sceso dalla barca in avaria e così facendo ha spostato quel pezzo di stoffa con la “c” sopra sul braccio giusto.

Leggi anche:  Il Milan cerca Junior Firpo per rinforzare la difesa

E domenica c’è proprio Milan-Juventus. Chissà quale accoglienza riserveranno al capitano di ventura dell’effimera era cinese. Una cosa è certa: ora i rossoneri hanno un leader vero. Tifa Lazio, ma non importa a nessuno. Perché sputa sangue rossonero ogni maledetta domenica. Lode a te Alessio Romagnoli.

  •   
  •  
  •  
  •