Il brutto anatroccolo Icardi, quando la critica non riconosce il campione

Pubblicato il autore: Francesco Fiori Segui

Icardi non è decisivo. Icardi non gioca di squadra. Icardi è uno sfasciafamiglie. Icardi non è un capitano. Icardi non gioca mai fuori dall’area di rigore. Icardi non vale 110 milioni.
Icardi è il miglior giocatore della Serie A 2017/18.

Mauro Icardi – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Quante se ne son dette su Mauro Icardi, centravanti dell’Inter capace di segnare 118 gol con i nerazzurri, dal 2013 a oggi e molto spesso ci si dimentica che si parla di un attaccante classe 1993.
Il premio AIC 2017/18 premia il miglior giocatore della Serie A scelto dall’Associazione Italiana Calciatori e se mai ci fosse ancora un dubbio, eleva Mauro ad un ulteriore salto di classe agli occhi di tutti.
Eppure Icardi è perennemente criticato. 
Dalla sua movimentata vita privata allo stile di gioco, abulico dalla manovra per 89 minuti e poi…tac…ecco la rete, fino ad arrivare ad un rinnovo che a Milano ancora attendono.
Icardi è un tipo abbastanza semplice. 
E’ attaccante e dunque deve far gol. E così accade.
Lo scorso anno capocannoniere insieme a Ciro Immobile, titolo passato quasi inosservato perché in Italia col 9 pare esistere solo Higuain (che a proposito ha spodestato dalla titolarità nella Selecciòn) e anche perché Icardi ancora non ha sollevato nessun trofeo.
Una parabola nerazzurra che somiglia a quella di Christian Vieri, 123 gol ma zero trofei sollevati (assente nella finale della Coppa Italia 2005) con Icardi che mette nel mirino la leggenda col numero 32 nella classifica di goleador di tutti i tempi ma che non smette di essere un brutto anatroccolo.
Storicamente l’Inter non è mai stata difesa da tv o giornali come può capitare con altre squadre italiane ma pensare ancora che Icardi non sia un campione o non valga 110 milioni (due nomi, Coutinho pagato 120 milioni e Dembelé 105 come metro di paragone) deve diventare un’eresia, almeno ora che è stato votato il miglior giocatore della Serie A.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?