Luciano Spalletti sul papà di Martinez e sul caso Perisic: “Così crea problemi a Lautaro. Perisic in Premier? credo che stia bene nell’Inter”.

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Luciano Spalletti – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Dopo la bruttissima sconfitta contro il Tottenham che potrebbe precludere gli ottavi di Champions all’Inter, Luciano Spalletti parla alla vigilia della sfida contro la Roma, che lo vedrà tornare in un città in cui ha imparato ad apprezzare i pregi e a tutelarsi dai difetti, dove ha vinto diversi trofei ma si è scontrato con un ambiente spesso ostile e con un Totti a fine carriera che non ha saputo gestire.

Come se ciò non bastasse a complicare le cose sono arrivate anche le dichiarazioni del padre e agente di Lautaro Martinez, scontentissimo dello scarso utilizzo del figlio nonostante una promessa di vederlo giocare assieme a Icardi, e le dichiarazioni di uno dei calciatori più importanti in questa Inter di Spalletti, ovvero l’esterno Perisic, che racconta di voler andare a giocare in premier essendo il campionato inglese da sempre il suo sogno.

Tanta carne al fuoco quindi a poche ore da un match fondamentale come quello dell’Olimpico, che mostrerà i limiti o le ambizioni dell’Inter:

Leggi anche:  Dove vedere Austria-Macedonia del Nord, streaming e diretta tv in chiaro Rai Sport?

“Lo stato d’animo della mia vigilia è di quelli che mi piacciono, lì non ho solo ho allenato ma anche vissuto a lungo, ho legami bellissimi con tante persone. La partita sarà difficilissima, perché la Roma non ha una classifica che dà merito al suo blasone. E aggiungo: se siamo diventati quelli che per forza devono vincere all’Olimpico, vuol dire che di strada ne abbiamo fatta. Lo prendo come un complimento, quando sono arrivato io l’Inter era a 30 punti dalla Roma, club che lo scorso anno ha quasi fatto una finale di Champions. Tranquilli, le pressioni ce le creiamo da soli, non ci accontentiamo”.

Luciano Spalletti sul papà di Lautaro: “Normale che certe parole si prendano in considerazione”

Non sono rimaste inascoltate le parole e gli insulti del papà di Lautaro Martinez nella mente di Luciano Spalletti, che spiega come queste parole non possano venire ignorante e che avranno delle conseguenze, inoltre creeranno ulteriori problemi a Martinez:

“Ho parlato con lui, normale che certe parole si prendano in considerazione. E’ importante che Lautaro si renda conto che suo papà facendo queste dichiarazioni attacca l’Inter, non me. Così crea problemi al figlio, danneggia la sua immagine e il suo rapporto con i compagni di squadra. Per diventare un top player devi saper gestire te stesso e quelli che ti stanno intorno, è giusto che tu ti faccia sentire anche con i familiari. I grandi club a livello europeo stanno attenti a non avere situazioni del genere”.

Su Perisic dichiara invece che queste sono dichiarazioni normali e non gli da troppo peso:

Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?

“Sono cose normali, dichiarazioni che ci stanno. Per come lo conosco io, per il rapporto che ho con lui, credo che stia bene nell’Inter”.

Luciano Spalletti sul Ninja: “Lui come testa e potenzialità è lo stesso di Roma”

Ammette che forse l’infortunio di Nainggolan sia stato trattato con troppa leggerezza Luciano Spalletti, che però tranquillizza tutti dicendo che d’ora in poi verrà fatto di tutto per rimetterlo a posto fisicamente, perché mentalmente rimane leader come era leader a Roma:

“L’infortunio durante il ritiro ha portato delle complicazioni. Poi ha avuto un paio di fastidi, ricadute, problemi in base alla gestione di quanto avuto in precedenza. Ora andremo a trattarlo con più tranquillità, con tempistiche più comode per rimetterlo a posto. Lui come testa e potenzialità è lo stesso di Roma. Ed è dispiaciuto lui per primo di non esser riuscito ancora a dare il suo contributo. Siamo oltre il percorso più roseo che potevamo immaginare, i calciatori stanno facendo un lavoro ottimo. Il Tottenham? Abbiamo giocato meglio a Londra rispetto alla gara d’andata. Bisogna essere bravi per andare a trovare qualche cavillo per rimproverare questi calciatori”.

Luciano Spalletti su Totti: “Non ho ancora letto il suo libro”

Immancabile la domanda sul rapporto tra lui e Francesco Totti, dove semplicemente il coach dell’Inter spiega che non ha ancora letto il suo libro:

Leggi anche:  Portogallo, UFFICIALE il giocatore positivo al Covid-19, addio Europeo

“Non ho ancora avuto modo di leggere il suo libro, da quello che ho visto però dovrò fare qualche precisazione… Ma se domani lo incontro lo saluto normalmente”.

  •   
  •  
  •  
  •