Squalifica Koulibaly: ecco cosa ha deciso la Corte Federale d’Appello

Pubblicato il autore: Paolo Lora Lamia

Squalifica confermata, Koulibaly salta la Lazio. Nella giornata di oggi, è andato in scena il ricorso del Napoli presso la Corte d’Appello Federale per l’espulsione rimediata dal difensore senegalese nel match disputato il 26 dicembre a San Siro contro l’Inter. Per l’occasione erano presenti il giocatore – pronto a difendersi in prima persona -, il suo avvocato Mattia Grassani e il presidente del club partenopeo Aurelio De Laurentiis.

L’intenzione di Koulibaly era di testimoniare direttamente come l’espulsione rimediata fosse il frutto di una “perdita di lucidità dovuta” ai numerosi cori razzisti ricevuti durante l’arco della partita. Lo ha sottolineato anche l’avvocato Grassani, in un’intervista rilasciata questa mattina al Corriere dello Sport: “Il giocatore è stato sottoposto a un’ora di insulti per il colore della pelle. Ululati davvero disgustosi, che hanno finito per condizionare l’atteggiamento di un giocatore che fa della correttezza una delle sue doti principali”.

Al termine dell’audizione, il legale di Koulibaly si è mostrato fiducioso sull’esito del ricorso, ma le sue speranze si sono rivelate vane. Come riporta Foxsports.it, sono state infatti confermate le due giornate di squalifica al giocatore, di cui una è stata già scontata contro il Bologna nell’ultimo turno di campionato del 2018. Il difensore senegalese dovrà dunque saltare anche il big match di domenica sera contro la Lazio, rientrando quindi alla 21^ giornata per la sfida contro il Milan.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Cremonese-Inter con una sorpresa: ecco l'azzardo di Inzaghi