Atalanta-Milan, le parole dei due tecnici in conferenza:”Match importante”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Mancano ormai poche ore a quello che viene considerato a detta di tutti come il big match della 24esima giornata di Serie A, turno di campionato che vedrà di fronte due tra le compagini più in salute in questo momento: Atalanta e Milan. La squadra di Gasperini non perde una partita dal 22 Dicembre 2018 (3-1 vs Genoa, andò a segnò anche Piatek) e si è qualificata per le semifinali di Coppa Italia battendo nettamente la Juventus per 3-0; anche i rossoneri non perdono una partita di Campionato dal 22 Dicembre (1-0 vs la Fiorentina) ed è anch’essa semifinalista di Coppa Italia avendo battuto il Napoli per 2-0. L’Atalanta ha inanellato nelle ultime otto partite (tra Serie A e Coppa Italia) sei vittorie e due pareggi, il Milan cinque vittorie e tre pareggi e a distanziare le due squadra è solamente un punto al momento.

Insomma le statistiche parlando chiaro, Atalanta-Milan si preannuncia una partita ricca di emozioni, tensione e spettacolo, anche perché in palio ci sono punti importanti in ottica Champions League, in cui sono immischiate oltre che l’Inter, anche Lazio e Roma.

Leggi anche:  Primera División argentina: il River Plate espugna in dieci il “Kempes” e vola a +7

Le parole di Gasperini su Atalanta-Milan

Alla vigilia del match il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha dichiarato: “Match importante, non decisivo. Loro stanno bene, come noi. È una gara che può portare molta fiducia. Inizia un ciclo che conta, bello giocarlo con entusiasmo e voglia di fare risultato”

L’ex tecnico dell’Inter ha voluto anche fare i complimenti a Gattuso: “Ai fini della classifica, quelli di domani non saranno 90′ determinanti. Dovremo approcciare come abbiamo fatto con Inter e Juventus. Affrontiamo una delle big del campionato, una squadra difficile da battere. Loro hanno avuto dei momenti altalenanti, ma l’allenatore è stato bravo, il gruppo rispecchia le sue caratteristiche. E le scelte di mercato stanno portando dei risultati, in questi anni hanno investito parecchio e stanno crescendo per accorciare rispetto a quelle che stanno davanti. Da parte nostra c’è totale rispetto”

Leggi anche:  Bodo Glimt-Roma, Mourinho boccia l'undici titolare: "Colpa mia, ma Bodo con più qualità di chi ho schierato dall'inizio"

Il tecnico ha dichiarato anche di non soffermarsi solo sui singoli in quanto non ci sono solamente Suso e Piatek, oppure Zapata ma anche gli altri e non è detto che siano per forza decisivi gli attaccanti.

Le parole di Gattuso su Atalanta-Milan

Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, in conferenza stampa, ha voluto alzare la concentrazione dei suoi in vista della complicatissima trasferta di Bergamo, in quello che può essere uno dei crocevia più importanti della stagione.

Gattuso ha dichiarato: “Domani ci vuole l’elmetto, giochiamo con una realtà del calcio italiano, sono fisicamente incredibili e abbinano qualità, bisogna giocare bene tecnicamente e tenere botta. Loro riempiono sempre l’area, hanno un calcio che fanno solo loro in Europa, Gasperini è unico. Vengono sempre uomo contro uomo a pressare molto alti. Sono molto pericolosi sui calci piazzati. Stiamo bene fisicamente, domani dovremo correre molto. Vincere a livello mentale sarebbe importante, ma la strada è lunga”.

Leggi anche:  Thiago Motta dopo la sconfitta contro la Samp: "Pensiamo già alla prossima partita. Nzola sta tornando in condizione"

Il tecnico rossonero ha inoltre aggiunto:”Queste partite e il vissuto fanno maturare l’esperienza giusta. Per far crescere i nostri giocatori dobbiamo passare da questo tipo di partite qui. I gruppi importanti nascono dal rispetto e dal dirsi le cose, e non portare rancore. In tanti si prendono responsabilità. Nessuno è intoccabile, il campo deve parlare. Voglio che stiano tutti sul pezzo senza mollare una virgola. Dobbiamo migliorare sui calci piazzati, ci andiamo con poca convinzione”.

Per quanto riguarda il temperamento di Piatek, prima e durante la partita, il tecnico campione del mondo ha affermato: “Lui parla poco, dice solo che vuole fare goal. Mi dà la sensazione che lui si stufa nel riscaldamento, che voglia solo cominciare a giocare.”

  •   
  •  
  •  
  •