Inter, Luciano Spalletti in conferenza:”Spero che Icardi rientri presto”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


L’Inter nonostante l’assenza di Mauro Icardi, dovuta a motivi extra-campo, nelle ultime tre giornate ha portato a casa tre vittorie consecutive, subendo una sola rete (vs Sampdoria), sancendo il passaggio del turno di Europa League che porterà i nerazzurri ad affrontare l’Eintracht Francoforte agli ottavi.

Luciano Spalletti nella consueta conferenza pre-partita, alla vigilia della complicata sfida di Firenze, ha toccato argomenti molti importanti tra le quali i commenti dell’urna di Nyon, il caso Icardi, le condizioni di Keita e molte altre tematiche di rilievo.

A proposito del sorteggio degli ottavi di Europa League che hanno decretato il Francoforte come prossimo avversario,  l’ex tecnico della Roma ha affermato: “L’Eintracht è un avversario forte che può ambire ad arrivare in fondo, vogliamo giocarcela con queste squadre. Hanno vinto un girone di grande livello, ma noi abbiamo più conoscenze in Europa”.

Al momento tutte le inseguitrici che ambiscono all’Europa che conta stanno facendo punti, perciò è molto importante per la squadra di Spalletti in questo periodo molti passi falsi. In merito a ciò e alla condizione di alcuni suoi uomini chiave, il tecnico nerazzurro ha dichiarato: “Tutte le partite sono un esame, non soltanto Fiorentina-Inter. Attraversiamo un buon periodo ma dobbiamo vincere, perchè altrimenti le inseguitrici si possono sempre avvicinare. La quota Champions? Non lo so, in certi momenti tutte fanno difficoltà, mentre in altri tutte fanno punti. I nostri giocatori conoscono bene la squadra viola, la formazione di Pioli sa aspettare e ripartire in velocità. Perisic e Nainggolan stanno facendo bene, ma bisognerebbe recuperare qualcuno in più nel reparto offensivo. Ivan sta facendo tutto nel modo corretto, ha saputo ripartire nel modo giusto”.

Leggi anche:  Ballardini dopo la sconfitta contro il Torino: "Nel primo tempo non abbiamo concesso tanto. Su Kallon..."

In occasione della conferenza stampa, l’allenatore ha fatto anche il punto su alcuni singoli, in particolar modo soffermandosi sulle condizioni di Keita Balde: “Keita sta migliorando ma bisogna ancora aspettare qualche giorno per il rientro. Spero che Icardi torni presto a disposizione, ma i goal possono arrivare anche da altri uomini. Joao Mario deve segnare di più, anche Vecino e Brozovic sanno trovare la porta. Politano punta? E’ un giocatore dinamico di grande movimento, che ci permette di fare possesso palla e di avere superiorità numerica sulla trequarti. Non è una punta ma può creare spazi utili per i compagni”.

Il tecnico nerazzurro in vista della difficile trasferta contro la Fiorentina di Pioli, nonostante l’assenza di Mauro Icardi, non vuole alcun alibi: Domani la squadra dovrà dimostrare di avere continuità, un club come l’Inter non può dipendere da un solo giocatore. Qui abbiamo tanti elementi che fanno la differenza, penso ad esempio alla nostra difesa. In questo momento stiamo riuscendo a gestire bene l’andamento delle partite, andremo a Firenze con rispetto ma senza timore. Lautaro Martinez in diffida? Lui si emoziona quando segna, ma può risparmiarsi di togliere la maglia e sono convinto che starà più attento”.

Leggi anche:  Thiago Motta dopo la sconfitta contro la Samp: "Pensiamo già alla prossima partita. Nzola sta tornando in condizione"

Oggetto di grande attenzione da parte dei difensori nerazzurri devono essere due calciatori ‘viola’ che nell’ultimo periodo stanno facendo molto bene: Muriel e Chiesa. In merito ai due calciatori della Fiorentina, Luciano Spalletti ha dichiarato: “Giocatori con quella velocità sono difficili da gestire e bisogna dunque essere più attenti nel nostro insieme. Se lasci il colombiano nell’uno contro uno in spazi larghi è quasi impossibile marcarlo. Chiesa è un grandissimo talento, un patrimonio per il calcio italiano. Noi siamo in condizioni di giocarci la partita alla pari anche in trasferta con la Fiorentina”.

  •   
  •  
  •  
  •