Sky annuncia il ricorso contro la multa dell’Antitrust: “Noi trasparenti, non abbiamo alzato i prezzi degli abbonamenti”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Sky riceve una multa di 7 milioni di euro dall’Antitrust. Il pasticcio dei diritti televisivi della Serie A 2018/19 ha creato non pochi grattacapi ai consumatori che sono stati costretti a sottoscrivere un doppio abbonamento per avere la visione completa dell’intero pacchetto di partite. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato aveva già avviato un’indagine nell’agosto scorso a seguito delle proteste delle associazioni dei consumatori e ha deciso nei giorni scorsi di comminare a Sky una multa di  7 milioni di euro per pubblicità ingannevole e condotta aggressiva nei confronti dei clienti. L’Antitrust ha spiegato le motivazioni del provvedimento in un comunicato: “Sky non ha fornito informazioni chiare e immediate sul contenuto del pacchetto Calcio per la stagione 2018/19, lasciando intendere ai potenziali nuovi clienti che tale pacchetto fosse comprensivo di tutte le partite del campionato di serie A come nel triennio precedente. Sky ha attuato una pratica aggressiva in quanto ha esercitato un indebito condizionamento nei confronti dei clienti abbonati al pacchetto Sky Calcio, i quali, a fronte di una rilevante ridefinizione dei suoi contenuti (riduzione del 30% delle partite di serie A e cancellazione dell’intero torneo di serie B) non sono stati posti nella condizione di poter assumere liberamente una decisione in merito al mantenimento o meno del pacchetto”.

Multa Antitrust, Sky annuncia il ricorso. I vertici della pay-tv hanno accolto con sorpresa il provvedimento nei loro confronti  e hanno replicato con una lunga nota: “Sky ritiene infondata tale decisione sotto molteplici profili e si appresta a ricorrere nelle sedi competenti per far valere le proprie ragioni. Sky, che da sempre pone il cliente al centro delle sue priorità, ritiene infatti di aver sempre dato corretta e ampia informazione sul contenuto del Pacchetto Sky Calcio, anche nel contesto della nuova cornice normativa in materia di assegnazione dei diritti del campionato di serie A definita dalla legge Melandri. Esclude inoltre, di avere in qualsiasi modo forzato le scelte dei propri abbonati. D’altro canto, per proprie scelte imprenditoriali, Sky non ha ribaltato sulla propria clientela i maggiori costi sostenuti per l’acquisizione dei diritti del campionato di serie A, arricchendo inoltre lo stesso Pacchetto Sky Calcio con l’inclusione di altri rilevanti eventi calcistici”.

Sky multata dall’Antitrust, la reazione del Codacons. Il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Rienzi, ha commentato così la decisione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato: “Al Codacons la multa Antitrust non basta: Sky deve rimborsare tutti coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento calcio restituendo ai propri clienti quanto pagato, alla luce della decisione dell’Autorità. Se questo non avverrà, il Codacons è pronto a intentare una causa risarcitoria collettiva contro la società per conto di tutti quelli che hanno acquistato l’abbonamento calcio per il campionato 2018-2019”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Monza-Cittadella streaming e diretta tv Serie B: Sky, DAZN o Helbiz?
Tags: ,