Miccichè ( Presidente Lega Serie A): “La pirateria è un furto. Si rubano soldi al mondo del calcio”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti

I numeri impressionanti della pirateria audiovisiva, Miccichè usa parole forti. In Italia è sempre più crescente il trend degli utenti che preferiscono disdire l’abbonamento alle pay-tv per usufruire di strumenti illegali per la visione dei canali a prezzi compresi tra i 10 e i 15 euro mensili. A farne spese dei mancati introiti è tutto il mondo del calcio. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, si è espresso così sull’argomento: “Il tema della pirateria è importante, drammatico e stiamo intervenendo in maniera molto decisa. In Italia ci sono circa due milioni di persone che utilizzano siti pirata e di fatto rubano denaro a tutto il mondo del calcio. Quando dico al mondo del calcio, non dico solamente alle società, non dico a Sky o a Dazn, ma anche a tutte le persone che lavorano nel mondo del calcio, che si vedono defraudate, derubate, da ricavi che dovrebbero, invece, finire nel circolo virtuoso di questo mondo“.

Leggi anche:  L'Inter vince ma non convince: vittoria per 1-2 contro la Cremonese

La pirateria mette a rischio il settore, i propositi di Miccichè. Il presidente della Lega Serie A continua così nell’intervista: “Abbiamo ottenuto da parte del tribunale di Milano degli interventi decisissimi, che di fatto interdicono l’utilizzo dei siti pirata e che, quindi, creano delle disposizioni ferree e di grande rapidità ai provider, quindi ai vari TIM, Vodafone, Wind e Fastweb, per impedire immediatamente l’utilizzo di questi siti. Quindi, devo dire che siamo sulla buona strada, anche se c’è ancora molto da fare. Vorrei mandare un messaggio a chi utilizza questi siti; è come se entrassero in un supermercato o in un negozio e prendessero un indumento o un bene e se lo nascondessero nelle tasche e uscissero senza pagare. Quindi, la pirateria è un furto a tutti gli effetti”( fonte calcioefinanza.it).

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: , ,