Lazio, Caceido: l’ecuadoriano miglior bomber biancoceleste del 2019

Pubblicato il autore: Andrea Riva


In questo anno solare 2019 nella Lazio di Simone Inzaghi che si sta giocando un piazzamento europeo e il prossimo 15 maggio sarà impegnata nella finale di Coppa Italia contro l’Atalanta, l’attaccante ecuadoregno Caceido sta uscendo fuori con grandi prestazioni facendo ricredere i tifosi biancocelesti più scettici che alla fine della scorsa stagione imputavano al giocatore la mancata qualificazione alla Champions League per i due gol clamorosi sbagliati nel pareggio di Crotone nella penultima giornata.

Dopo un inizio un pò in sordina, piano piano Caceido si è guadagnato sempre più spazio nell’undici di Inzaghi, “approfittando” anche del periodo di appannamento del bomber Ciro Immobile che in questi ultimi mesi nonostante il grane impegno tutte le domeniche sta facendo fatica a segnare.
L’ecuadoregno fino a questo momento ha segnato nove gol, sette dei quali nel 2019 che lo stanno rendendo protagonista fino a diventare il miglior marcatore biancoceleste nel nuovo anno.

Leggi anche:  Calciomercato: ecco la scadenza

La stagione 2018-19 era cominciata con due reti realizzate contro il Genoa in campionato e contro il Marsiglia nella fase a gironi dell’Europa League.
Dopo la rete ai transalpini tra piccoli infortuni e il poco utilizzo, l’ecuadoregno, tornato titolare a causa dell’infortunio di Immobile, ha subito sfruttato l’occasione segnando in tre giorni due gol decisivi, prima nella trasferta di Frosinone con un bel tiro da fuori area e poi contro l’Empoli su calcio di rigore da lui stesso procurato.
Tre settimane dopo nel derby capitolino vinto dai biancocelesti per 3-0, Caceido con una grande azione ha sbloccato il risultato dopo solamente dodici minuti di gioco, fornendo un’ottima prestazione.  Nel recupero contro l’Udinese di due settimane fa altra rete fondamentale con un tiro al fil di palo che ha permesso alla squadra di Inzaghi di passare in vantaggio e vincere poi per 2-0. L’unica marcatura ininfluente è stata quella messa a segna nel turno pre-pasquale contro il Chievo dove i romani hanno perso clamorosamente per 2-1 e nonostante il suo gol al 67′, nulla è servito per recuperare il match.
Infine ieri l’attaccante ha siglato due bellissimi gol sul campo della Sampdoria che hanno dato la vittoria per 2-1: il primo rubando il pallone a Colley e andando in progressione per 50 metri battendo Audero con un tiro secco, mentre il secondo con un grande colpo di testa su cross perfetto di Romulo, che ai più ha ricordato un gol di Christian Vieri sempre a Marassi nell’anno che vestiva la maglietta biancoceleste.

Leggi anche:  Milan, Leao sempre più vicino all'addio: rottura totale con Maldini

Da come si evince l’attaccante biancoceleste, tranne che in un’occasione si è sempre rivelato decisivo, portando tanti punti preziosi e in questo finale di stagione, il mister Inzaghi potrà contare sicuramente su di lui  magari schierandolo titolare anche nella prossima partita casalinga contro l’Atalanta (antipasto della finale di Coppa Italia), decisivo per il piazzamento finale in classifica.
Anche in Ecuador le sue prestazione non stanno passando inosservate dove i tifosi della Tricolor vorrebbero un suo ritorno in Nazionale, dove aveva detto addio nel settembre 2017.

Infine un dato interessante è quello che quando Caicedo è partito titolare con l’argentino Correa, (successo per sei volte), la Lazio ha vinto tutti gli incontri, con i due attaccanti che hanno dimostrato un grande affiatamento che potrà essere decisivo in quest’ultimo mese di stagione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: