Inter, Spalletti: “Brutta partita della squadra ma ha nelle mani il proprio destino”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Inter Milan Manager Luciano Spalletti

L’Inter nonostante giocasse con un Napoli ormai senza motivazioni e obbiettivi, è uscita dal San Paolo con una secca sconfitta per 4-1 che, mette la squadra di Spalletti, nella posizione di dover solo vincere nella sfida di San Siro contro l’Empoli in piena lotta salvezza.

La Partita
Alla vigilia del match la classifica faceva presagire ad un Inter che scendesse in campo con un atteggiamento offensivo e decisamente più deciso a portare almeno un risultato positivo a casa per poter affrontare l’ultimo turno di campionato con maggiori margini di errore, invece così non è stato: gli azzurri sono sin da subito molto pimpanti e pressando dal basso i nerazzurri e con Malcuit e Ghoulam alti, riuscivano ad arrivare alla porta di Handanovic con scioltezza.
Il risultato viene sbloccato da una bella rete di Zielinski che è il preludio per il dominio dei partenopei della prima frazione, in cui cestinano numerose palle goal. Nei secondi 45′ Spalletti, per dare la scossa alla squadra, inserisce Icardi al fianco di Lautaro, scelta che si rivela efficace nei primi minuti, complice anche un avvio sottotono del Napoli.
La squadra di Ancelotti poi all’ora di gioco raddoppia con Mertens e trova il ‘poker’ grazie alla doppietta di Fabian Ruiz. A nulla è servito il rigore siglato da Icardi ad ormai partita conclusa, l’Inter ormai si dovrà giocare la Champions League all’ultima giornata di Serie A.

Leggi anche:  Udinese-Atalanta probabili formazioni: Muriel al fianco di Zapata in attacco?

Parole di Spalletti

Al termine della sconfitta del San Paolo, il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, ha analizzato la partita ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Abbiamo iniziato bene, poi abbiamo commesso i soliti errori tecnici sulla costruzione bassa da dove è nato il primo goal, poi abbiamo palleggiato peggio. Loro venivano a pressarci bene, abbiamo fatto peggio di altre volte. A Napoli ci sta di perdere, non in questa maniera ma ci sta di perdere, ora dobbiamo giocarci l’ultima partita”.

Se i nerazzurri si ritrovano ad avere l’imperativo di vincere all’ultima giornata di campionato per accedere alla prossima Champions League è dovuto agli scarsi risultati ottenuti nelle ultime sette partite (2 vittorie, 4 pareggi, 1 sconfitta). In merito a ciò Spalletti ha dichiarato: “In questo finale di campionato abbiamo fatto buone partite, abbiamo fatto diversi pareggi ma sotto l’aspetto delle prestazioni abbiamo mostrato buone cose. Ho provato nel secondo tempo a mettere le due punte ma poi le caratteristiche sono le caratteristiche. Sono due uomini d’area di rigore, abbiamo concesso più spazio a loro”.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

L’Inter nelle ultime giornate sta pagando la bassa realizzazione dei suoi attaccanti: “Probabilmente è mancata un po’ di finalizzazione, sono venuti a mancare dei numeri. Quando fai una prestazione del genere, da più parti trovi il non completamento del lavoro fatto. Però sicuramente anche quello ha inciso. E’ una partita fondamentale quella contro l’Empoli, da dentro o fuori. Ci vuole tutto, cattiveria, personalità e mentalità. Bisogna sapere reggere il peso della partita se vuoi giocare in questa squadra. La squadra ha fatto una brutta partita, ma ha in mano il suo destino. Ora dobbiamo vincere l’ultima perchè gli altri risultati dicono questo”.

  •   
  •  
  •  
  •