Petrachi alla Roma dal primo Luglio. E’ già in attività

Pubblicato il autore: Laurapetringa Segui

Roma. Trovato l’accordo. Petrachi dal primo luglio sarà il nuovo direttore sportivo. Manca solo la firma per ufficializzare il tutto. Petrachi ha incontrato Pallotta a Boston un mese fa, ma dovrebbe essere annunciato in questi giorni, o, al massimo a fine campionato, per lasciare concentrata la squadra per le ultime partite. Ma sembra che già si stia muovendo, sicuramente con non poche difficoltà visto che non si sa chi sarà l’allenatore e il budget ridotto.

L’attuale ds Massara, per ora ha rinnovato il contratto ad El Shaarawy. Il prossimo a scadenza di contratto (giugno) è De Rossi, con cui Petrachi dovrà mettersi a tavolino e trovare un accordo. Subito poi toccherà a Zaniolo, corteggiato da grandi società, il cui entourage chiede 2,5 milioni, mentre la Roma ne offre solo 2, con adeguamento di contratto. Chi è destinato a partire molto probabilmente sarà Dzeko. Il club deve fare 45 milioni di plusvalenze, ed è così che si dovrà arrivare a delle cessioni che mai si sarebbero pensate. Tra queste probabilmente quella di Manolas, a causa di una clausola rescissoria di 36 milioni di euro, e uno tra Under e Pellegrini. Per Schick invece si pensa ad un prestito. Sembra inoltre che la società giallorossa darebbe al Torino, Salvatore Pezzella, centrocampista, classe 2000. Ma questo non farà desistere Urbano Cairo dal voler mantenere il suo attuale ds. Si parla anche di un secondo giovane da poter cedere.

Leggi anche:  Fiorentina, 6 riflessioni in un mercato estivo

Gli allenatori

Il problema ora si sposta sui futuri allenatori della Roma. Intervistato a Sky Sport, Massara si esprime sul futuro della squadra: “Oggi tanti allenatori vengono accostati alla Roma, ma l’unica cosa che posso dire con certezza è che la squadra sarà forte e ambiziosa, a prescindere da chi la guiderà” . Ranieri invece ribatte: “Sono qui perché sono stato chiamato dalla società e ci sto mettendo entusiasmo e buona volontà. Finito questo anno, finisce il mio lavoro. Sapevo di essere venuto in un momento di bisogno”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,