Calciomercato Milan: Elliott mette a disposizione 45 milioni

Pubblicato il autore: Roberto Trapanà Segui

Calciomercato Milan – Che colpo di Maldini: 45 milioni e si chiude subito – News Milan

Dopo la mancata qualificazione in Champions e il capitolo Uefa ancora da terminare, Maldini riesce ad ottenere il primo sì sul mercato: quello di Elliott per estendere il budget a 45 milioni

Tra l’attesa del giudizio da parte della Uefa per la questione Fair Play finanziario e i primi colpi sul mercato, il Milan si accontenta del primo ricevuto da Maldini: il sì è quello di Elliott che ha deciso di estendere il budget trasferimenti da 25 a 45 milioni di euro ai quali si aggiungeranno eventuali ricavi dalle cessioni.

CALCIOMERCATO MILAN: BASTERA’ IL Sì DI ELLIOTT?
Sicuramente l’estensione del budget trasferimenti fa gola a Maldini e Gazidis per poter provare a strappare qualche colpo di mercato (oltre il quasi imminente arrivo dal Sassuolo di Sensi), eppure questo potrebbe non bastare ai dirigenti rossoneri per il progetto che hanno in mente. La soluzione sarebbe sacrificare qualche nome grosso per portare plusvalenza nelle casse del Milan e far risanare il budget.
Con Romagnoli ormai sempre più bandiera per questo Milan, coloro che potrebbero lasciare sono Donnarumma, Suso o magari entrambi. Per i due ci sono già due offerte sul piatto: per Gigio c’è un’offerta dal parte del PSG di 60 milioni di euro mentre per Suso sembra essere rispuntato l’Atletico, il quale sia disposto a pagarlo 40 milioni.
Sempre più vicino ormai sembra l’addio per uno dei due o magari di entrambi, ma attualmente non si hanno novità.
Di sicuro l’ex responsabile delle giovanili del Milan Filippo Galli non da buone notizie ai milanisti: “quello del Milan sarà un mercato sostenibile, come vuole sia il suo club, non ha in mente grandi investimenti“.

Vedremo se Galli avrà ragione oppure Elliott ci dia dimostrazioni del contrario nelle prossime sessioni di mercato qualora il Milan cominci a portare risultati sul campo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina, 6 riflessioni in un mercato estivo