Calciomercato Napoli, De Laurentiis: “James e Manolas? Giochiamo su più tavoli”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Con l’ormai inizio imminente della sessione estiva di calciomercato, le dirigenze delle migliori squadre italiane ed europee, sono pronte a regalare ai propri rispettivi allenatori, innesti di qualità per andare alla caccia di risultati sempre più importanti ed ambiziosi. Tra questi club vi è il Napoli di Ancelotti che, dopo una stagione chiusa al secondo posto, senza mai aver dato la sensazione di dare fastidio alla Juventus praticamente sempre saldamente in vetta, vuole ridurre il gap con la ‘vecchia signora’ per tentare di rendere il campionato più competitivo.
Lo stesso tecnico partenopeo alla fine della stagione scorsa, aveva dichiarato che c’era da migliorare qualitativamente in qualche reparto per poter competere su più fronti durante la stagione.
Il primo acquisto è stato già ufficializzato a metà Giugno con l’arrivo di Giovanni Di Lorenzo dall’Empoli ad una cifra vicina ai nove milioni di euro. Il calciatore ex Empoli dovrebbe essere arrivato per sostituire un probabile partente tra Mario Rui e Hisay.

Leggi anche:  Torino Schone, un regista per Nicola: è duello tra il danese ex Genoa e Pulgar

Tra gli obbiettivi dei partenopei vi sono due calciatori che si possono tranquillamente definire ‘top players’: Manolas e James Rodriguez. Per quanto riguarda il centrale greco di proprietà della Roma, l’accordo dovrebbe essere raggiunto sulla base di 34 milioni di euro (il Napoli cederà Diawara ai giallorossi, per una cifra vicina ai venti milioni) ma ci sono ancora alcuni dettagli da limare con la squadra che detiene il cartellino e lo stesso giocatore.
Per quanto riguarda il ’10’ della Colombia, il discorso è un po’ più complicato per la portata economica dell’operazione ma soprattutto per l’inserimento dell’Atletico Madrid che vorrebbe completare il suo reparto offensivo con un altro acquisto di valore dopo Joao Felix (acquistato a 120 milioni ndr.). Il Napoli vorrebbe chiudere l’operazione con il Real Madrid con un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato ad una quarantina di milioni tra costo del cartellino ed eventuali bonus.

Leggi anche:  Serie A, il Milan non è ancora campione d'inverno ed ultima chance Inter. Ecco il perché

Interpellato ai microfoni di Radio Kiss Kiss, il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in merito a questi ‘nomi caldi’ del calciomercato partenopeo non si è voluto sbilanciare: “Stiamo giocando su più tavoli per capire qual è il più giusto. Con l’arrivo di Conte e con l’arrivo di Sarri, noi dobbiamo approfondire con Ancelotti, che è un maestro, che tipo di gioco fare”.

Il presidente della squadra partenopea ha anche voluto parlare dell’addio del difensore spagnolo Albiol che, negli ultimi anni insieme a Koulibaly, ha formato una delle coppie difensive più forti in Serie A: “Abbiamo accettato la sua richiesta perché glielo dovevamo, non possiamo sempre dire di no. Negli ultimi due anni voleva andare via, ma l’abbiamo convinto a restare, adesso non potevamo. Abbiamo potuto cederlo perché l’anno scorso abbiamo fatto crescere Chiriches e Maksimovic accanto a Koulibaly, quindi staremmo a posto. Ma se vogliamo fare qualche passo in più possiamo farlo, ci stiamo provando e vediamo in che direzione andare”.

Leggi anche:  Milan, neanche il Covid ti ferma!

Per quanto riguarda il difensore in entrata, il presidente ha dichiarato: “Ho trovato sul tavolo una quindicina di difensori centrali, allora ho pensato che questo ruolo non è una rarità. Ma purtroppo non possiamo accontentare tutti. Vedo che non c’è una unicità di direzione, di intenti, quindi questo vuol dire che loro, i tifosi, si fidano e lasciano il boccino delle decisioni a noi”.

  •   
  •  
  •  
  •