Sarri è il nuovo allenatore della Juve, delusione a Napoli

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Finalmente è finita, il nuovo tecnico della Juventus è Maurizio Sarri. Un solo anno fuori dall’Italia, in Inghilterra, con vittoria dell’Europa League. Ed ora, l’ex tecnico del Napoli, si accaserà al club più titolato di Italia, più amato e più odiato allo stesso tempo, dove troverà una super squadra, probabilmente ancora candidata all’ennesimo tricolore, e alla Champions League.
E a Napoli, cosa succede? Da quel che si legge sui social, la maggior parte è delusa, non pensavano che un tecnico che ha portato gli azzurri vicino al terzo scudetto, potesse accasarsi al club rivale per la lotta Scudetto di questi ultimi anni.

Ricordiamo come Sarri, puntava spesso il dito contro gli pseudo favoritismi verso la Juve; ai rigori troppo facili, o falli non chiamati, scatenando nella tifoseria napoletana quel nuovo mito, che ora, sta scomparendo.
L’anno scorso, Ancelotti, è stato spesso criticato, proprio perché la tifoseria (non tutta) sentiva la mancanza e la visione di quel gioco spettacolare che aveva portato il Napoli in alto in Italia ed anche aveva attratto in Europa. Ma ora no. E a Torino, versione tifo bianconero? Ricordiamo il dito medio alzato ai tifosi della Juventus, dopo le offese al pullman del Napoli? o i richiami di Sarri, ai soliti beceri cori razzisti verso il Vesuvio? ora Sarri, che fu chiamato il Comandante, cosa penserà? siamo curiosi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Giampaolo Ct della Polonia: clamorosa indiscrezione, Boniek avrebbe scelto lui dopo l'esonero di Brzeczek