“Gli sms sbagliati e il tradimento”, Ziliani svela i presunti motivi del gelo tra Marotta e Paratici

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Marotta e Paratici non si parlano più? Ziliani svela alcuni retroscena su Il Fatto Quotidiano. Per otto anni i due dirigenti sono stati la grande coppia che ha contribuito ai numerosi successi della Juventus, ma ora si ritrovano a sfidarsi da avversari. Dopo l’addio di Marotta al club bianconero e il passaggio all’Inter, Paratici ha preso di fatto il suo posto ed è stato nominato Chief Football Officer da Andrea Agnelli. Secondo i rumors degli ultimi tempi tra i due non correrebbe più buon sangue come è testimoniato anche da Paolo Ziliani. In particolare il giornalista ricostruisce la storia del rapporto tra Marotta Paratici svelando alcuni retroscena in un articolo pubblicato su Il Fatto Quotidiano. Tutto sarebbe iniziato durante l’era Conte quando il tecnico, squalificato durante una partita di Champions League, avrebbe chiesto a Paratici di inviare tre sms per indicare le sostituzioni al suo vice Alessio in panchina che però per errore arrivarono al procuratore sportivo Gianluca Fiorini. I due tra l’altro si sarebbero sentiti pure in occasione dell’affare Morata nel corso del quale l’attuale numero uno della dirigenza bianconera avrebbe chiesto un intervento per concludere positivamente la trattativa. A distanza di qualche anno Paratici avrebbe confessato l’episodio a Marotta che, preoccupato dal fatto che Fiorini potesse rivelare l’accaduto non ancora caduto in prescrizione, decise di chiudere i rapporti con l’agente Fifa e lo denunciò per molestie telefoniche alla Digos di Torino.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

Marotta via dalla Juventus, Ziliani ricostruisce l’addio del dirigente varesino. Secondo il giornalista sportivo Paratici sarebbe stato salvato dai pasticci proprio dall’attuale amministratore delegato dell’Inter entrando in contenziosi legali con Fiorini ed evitando di compromettere l’immagine del club bianconero. In chiusura Ziliani spiega i motivi che hanno portato Marotta lontano da Torino e in particolare scrive: “Ma molta acqua è passata sotto i ponti dalla sera in cui Paratici sbagliò a mandare quei tre sms; e tante cose sono successe, ultima l’acquisto di CR7 che Marotta osteggiò e Paratici invece propiziò. Alla fine Paratici è entrato nel cuore di Agnelli scacciando Marotta e scalzandolo dall’organigramma”. 

  •   
  •  
  •  
  •