Inter, Marotta:“Conte? Il suo lavoro si vede, è stato rassicurato”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Inter Milan’s Ivan Perisic during a press conference at Wembley Stadium, London.

Mentre l’Inter di Antonio Conte si prepara ad affrontare l’penultimo match dell’International Champions Cup contro il Psg il prossimo Sabato, la dirigenza nerazzurra è tornata a Milano dopo il vertice avuto a Nanchino con lo stesso tecnico salentino.
L’ad Beppe Marotta, atterrato a Milano insieme ad Ausilio, ha rilasciato ai colleghi di Sportmediaset,  delle dichiarazioni importanti circa il vertice avuto a Nanchino: «Conte più sereno dopo l’incontro? E’ tutto positivo, si vede il lavoro di Conte, l’abbiamo rassicurato siamo molto contenti manca ancora qualcosa ma c’è tanto ottimismo. Essere sotto pressione aiuta? È giusto per tutti essere sotto pressione. Conte molto più sereno dopo incontro? Sì, assolutamente».

Questione Mauro Icardi 
Insomma, nei prossimi giorni, ci si aspetta almeno uno dei due colpi attesi sul fronte offensivo richiesti dal neo allenatore nerazzurro per sopperire all’assenza di Mauro Icardi. A proposito dell’attaccante argentino, al momento continua il suo lavoro differenziato alla Pinetina ma non ci sono ancora novità circa il suo futuro.
Il panorama resta lo stesso: vi è un interesse blando da parte del Napoli e della Juventus che però sembrano voler aspettare che le pretese economiche dei nerazzurri (circa 70 milioni) si abbassino per poter imbastire una vera e propria trattativa. Probabilmente nel mese di Agosto ci saranno delle novità circa la sua prossima destinazione.

Leggi anche:  Moggi sicuro: "Ecco chi vincerà lo scudetto. Ora il Napoli è più forte della Juventus. Sarri è un traditore..."

Cessioni e trattative
A proposito di cessioni, quest’ultime sono molto importanti per poter rimpinguare le casse a disposizione di Marotta per poter avanzare offerte più corpose per poter sbloccare gli affari più importanti di questo calciomercato: Lukaku e Dzeko.
Per ciò che concerne l’attaccante belga di proprietà del Manchester United, la trattativa sembra giunta ad un punto morto in quanto, secondo quanto riportato da Daily Star, i ‘red devils’ sono disposti a cederlo solamente per una cifra vicina agli 85 milioni. I nerazzurri non sono disposti ad offrire più di 75 milioni per l’attaccante desiderato da Antonio Conte e la dirigenza sta varando delle alternative valide ad un suo eventuale mancato acquisto.

Per quanto riguarda Dzeko nelle ultime ore, dopo la fascia di capitano data dalla Roma nella sfida contro il Gubbio, è rimbalzata la voce secondo cui ci potesse essere, da parte dei giallorossi, un’offerta di rinnovo corposa che lo allontanerebbe dalle ‘sirene nerazzurre’.
Sky Sport invece afferma che la Roma avrebbe comunicato all’Inter di essere disposta a cedere l’attaccante bosniaco solamente in cambio di 20 milioni, rischiando anche di perderlo a zero il prossimo anno.
Anche qui, come nel caso di Lukaku, la dirigenza nerazzurra non è disposta a spendere così tanto per un attaccante ultra trentenne e risalgono le quotazioni di alternative come Fernando Llorente.

Leggi anche:  Lazio Luiz Felipe si ferma: ha scelto di operarsi alla caviglia

Ritornando al capitolo cessioni: Joao Miranda non rientra nel progetto di Antonio Conte e nei prossimi giorni firmerà per la sua nuova squadra (attualmente in vantaggio lo Jiangsu Suning rispetto al Monaco o al ritorno in brasile), Joao Mario è stato proposto nelle ultime ore alla Lazio, Nainggolan piace molto alla Samp ma lui vorrebbe tornare a Cagliari mentre Ivan Perisic, tranne in caso di offerte scandalose, dovrebbe rimanere come seconda punta nella nuova inter di Antonio Conte.

  •   
  •  
  •  
  •