Juventus, Perin vicino al Benfica: proposta una contropartita ai bianconeri

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Mattia Perin è pronto a diventare un nuovo giocatore del Benfica. Il portiere, classe 1992, si appresta a diventare il primo “sacrificato” del calciomercato della Juventus, dopo che la società bianconera, si è assicurata il ritorno in rosa di Gianluigi Buffon, che andrà ad occupare il posto di vice-Szczęsny. Per Perin, già eclissato lo scorso anno dal portiere polacco, quella del Benfica può essere la giusta opportunità per rilanciarsi in vista dell’europeo.

Le due società hanno lavorato alacremente per giungere a un accordo e, grazie ai buoni uffici del procuratore Lucci, e all’operato del DS Rui Costa, starebbero giungendo a un accordo sulla base di un prestito con obbligo di riscatto legato alle presenze che Perin totalizzerà con la maglia del Benfica. Una via di mezzo, insomma, tra la richiesta iniziale di 15 milioni da parte della Juventus, e i 10 messi inizialmente sul piatto dal club lusitano.

Leggi anche:  Ballardini dopo la sconfitta contro il Torino: "Nel primo tempo non abbiamo concesso tanto. Su Kallon..."

Non è finita qui: nella trattativa, dovrebbe rientrare anche Joao Ferreira. Trattasi di un  terzino destro classe 2001, prodotto del vivaio del Benfica. I suoi interessi vengono curati da Jorge Mendes, il quale, com’è noto, gode di ottimi rapporti con la dirigenza della Juve.

Ferreira era finito, nei mesi scorsi, anche sul taccuino del Barcellona, ma i catalani non hanno voluto tentare l’assalto. Punto fermo della squadra govanile del Benfica, sarebbe già nel giro della nazionale under 20 del Portogallo. Il paragone con un altro Joao (Cancelo) è d’obbligo, anche se in Portogallo ritengono Ferreira un giocatore meno dedito alla fase offensiva.

La Juventus è pronta a cedere Perin e, da questa operazione, potrebbe portarsi a casa un nuovo talento da schierare nell’under 23, in attesa, magari, di vederlo esplodere e portarlo in prima squadra.

  •   
  •  
  •  
  •