Juventus-Pogba, mission (im)possible: via solo per una contropartita?

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Rimane ancora in piedi la pista Pogba per la Juventus. I bianconeri, a caccia dell’ ultimo colpo top a centrocampo per completare la rosa di Maurizio Sarri, stanno da tempo valutando il ritorno del francese a Torino. Ad essere in vantaggio nelle trattative, è però il Real Madrid.

L’ asse Madrid-Manchester, che prevede anche lo scambio Neymar per Bale più 90 milioni, resta caldo anche per ciò che concerne il “polpo”. Secondo Tuttosport, il Real sarebbe pronto ad offrire 150 milioni di euro, per portarsi a casa il perno della mediana dei red devils. A questa cifra, potrebbe aggiungersi anche il cartellino di Isco, giocatore sempre sul punto di partenza ma, per il momento, restio a lasciare la camiceta blanca (avrebbe, tra l’ altro, chiesto un triennale da 20 milioni per trasferirsi in Inghilterra).

Leggi anche:  Serie A, il Milan non è ancora campione d'inverno ed ultima chance Inter. Ecco il perché

La Juventus pianifica le proprie strategie, forte dei buoni rapporti intrattenuti con Mino Raiola. La squadra bianconera, che attende sempre di risolvere alcuni intricati casi in uscita, potrebbe acquistare il francese solo attraverso l’ inserimento di alcune contropartite. I nomi, sono i soliti: da Dybala, al centro di un ipotetico scambio col Psg per Neymar, a Douglas Costa, giocatore che piace molto a Sarri, ma che lo United aveva “tentato” già la scorsa estate.

Il Pogback resta dunque un’ ipotesi molto difficile. Se da un lato, la volontà di regalare a Sarri l’ ultimo “pezzo da 90” è tanta, dall’ altra. i bianconeri dovrebbero affrontare una spesa esorbitante e privarsi di due pedine come Costa e Dybala, col rischio di rimanere scoperti in attacco.

Il Manchester, poi, non vuole privarsi del proprio “gioiello” e non pare intenzionato a scostarsi da una valutazione pari ai 200 milioni. Ci vorranno molta pazienza, qualche sacrificio e la sapiente maestria di Raiola, per arricchire la Juventus con la “stella” Pogba, e renderla una corazzata ancora più micidiale.

  •   
  •  
  •  
  •