Rivoluzione Serie A: si pensa a un calendario asimmetrico

Pubblicato il autore: Francesco Emiliano Segui

La Lega sta pensando di rivoluzionare i criteri di costruzione del calendario del campionato nostrano, prendendo spunto da ciò che succede già nella Liga, nella Ligue 1 e in parte nella Premier League.
In Francia e in Spagna si utilizza un calendario esattamente asimmetrico tra la metà dei turni di andata e la metà di quelli di ritorno. In Premier League la questione invece è diversa: i turni di ritorno sono completamente mescolati rispetto a quelli di andata. Per quanto riguarda invece la Bundesliga, adotta lo stesso metodo della nostra Serie A: la sequenza dei turni di andata sono identici a quelli di ritorno. L’amministratore delegato Luigi De Siervo sta studiando il da farsi, prima del sorteggio del calendario per la prossima stagione previsto tra il 29 e il 30 Luglio.

Leggi anche:  Partite Champions 8 dicembre a rischio a causa della variante Omicron

Quali sarebbero i vantaggi?

Con questo nuovo metodo il corso del campionato potrebbe essere più avvincente e meno banale. I big match sarebbero più omogeneamente distribuiti e sarebbe soprattutto più facile far incastrare gli incontri per le squadre impegnate nelle coppe in modo da incrementare i giorni di riposo. Naturalmente è ancora tutto da vedere, ma già dalle prime ore si delineano perplessità, scarsa chiarezza e presentimenti che sia una rivoluzione inutile.

  •   
  •  
  •  
  •