Allegri-Chelsea, il tecnico toscano ai Blues in caso di fallimento di Lampard?

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

È già tempo di processi in casa Chelsea. I Blues sono usciti da Old Trafford con le ossa rotta nella prima giornata di Premier League contro il Manchester United di Solskjaer. Un 4-0 pesantissimo che ha fatto interrogare tutta la dirigenza di Stamford Bridge sulle qualità di allenatore di Frank Lampard. L’allenatore dei Blues è apparso nervoso già prima del match contro i Red Devils, cercando di stemperare la tensione allenandosi sui gradoni insieme ai membri del suo staff. E pensare che il primo tempo è stato prettamente di marca Chelsea: il club di Stamford Bridge ha colpito ben due pali, costringendo poi De Gea agli straordinari sul tiro incrociato di Barkley. Nulla è bastato e al primo affondo dei Red Devils, Rashford ha indotto al fallo da rigore io disastroso Zouma, per poi realizzarlo con freddezza.

Nella ripresa il Chelsea è letteralmente naufragato e ciò che preoccupa maggiormente è la difesa, apparsa incerta e altissima nei gol del 3-0 e 4-0, firmati Rashford e James, al primo gol in Premier League. I Blues non hanno acquistato praticamente nessuno in questo campionato estivo per via del blocco imposto dalla FIFA, non sostituendo degnamente i partenti Eden Hazard e David Luiz. Ciò si è visto in campo. Qualora il calcio offensivo di Lampard non porti risultati nelle prossime partite, Abramovic potrebbe puntare su un tecnico tatticamente più esperto e preparato. Il nome più quotato è senza dubbio quello di Massimiliano Allegri.

Max ha le valige pronte

L’allenatore toscano ha le valige pronte per una nuova avventura, desideroso di rimettersi in gioco dopo l’amaro addio alla Juventus, indotto dalla famiglia Agnelli. Il Chelsea d’altronde ha una tradizione importante con i tecnici italiani: i vari Vialli, Ranieri, Di Matteo, Conte e Sarri, hanno raggiunto grandi risultati a Londra e il presidente russo vuole proseguire la tradizione. Alla fiducia nei confronti di Lampard c’è tutta e siamo solo a inizio stagione, ma qualora il giovane tecnico inglese non si dimostri adatto nel gestire in squadra in chiara emergenza, Allegri è già pronto per subentrare e iniziare la sua nuova avventura in Premier League.

  •   
  •  
  •  
  •