Atalanta, oggi si comincia: la Storia è nelle tue mani

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

ATALANTA, RICORDATI CHI SEI…Non perdere mai i contatti con la realtà, di chi sei, da dove vieni e quanto hai dato per essere qui. Non perdere mai quegli ideali che ti hanno contraddistinto da tutte le altre che esprimevano la loro fede in base a quello visto sul campo. Quei valori dati dall’amore di un’identità incondizionabile da un semplice risultato, anche se ora sei tra le grandi del calcio italiano. Calcio che ci è mancato per tanto tempo, che Gasperini ha cambiato quattro anni trasformando il sogno in realtà, senza però rinunciare all’umiltà di un gruppo talmente unito da decidere di rimanere a Bergamo per scrivere una pagina di storia nerazzurra. Quella storia che è stata più volte riscritta, ma come ci ha insegnato essa: chi dimentica è destinato a ripetere. Perché non esiste dimenticanza da parte di un popolo che ha considerato il risultato come una “non priorità”, anche quando dopo tante battaglie ti ritrovi lì, in alto, dove ci sono le stelle.

Getafe CF’s Raul Garcia Carnero (r) and Atalanta BC’s Luis Muriel during friendly match. August 10, 2019 in Getafe, Spain. (Photo by Acero/Alter Photos/Sipa USA)

INVASIONE IN QUEL DI FERRARA: IL POPOLO ATALANTINO E’ CARICO – I tifosi dell’Atalanta sono carichi in vista della nuova stagione calcistica 2019-20, e contro la Spal si attende la classica invasione nerazzurra. Tanto amore per questa Dea formato UEFA Champions League, anche se per i sostenitori orobici il risultato viene sempre in secondo piano; soprattutto nei momenti di difficoltà (dopo le prime otto giornate si era in zona retrocessione ma il tifo atalantino non ha mai fatto mancare il proprio sostegno). Allo stadio Mazza presenti più di 1400 bergamaschi per trascinare la Dea alla vittoria. La squadra di Gian Piero Gasperini ha bisogno di partire al meglio e il 12° uomo può risultare decisivo per la conquista dei primi tre punti del campionato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: