Divieto vendita in Campania per Juventus-Napoli, è polemica

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Il 31 agosto, ci sarà un già bollente (non solo per le temperature estive) Juventus-Napoli allo Juventus Stadium, che sarà l’esordio dei bianconeri di Sarri, contro il suo ex Napoli, del quale si è sempre dichiarato tifoso.
Alla seconda giornata una partita del genere, non sancirà già titoli finali, o vittorie di campionato, ma avrà l’attesa di un paese intero. L’Italia, già, che ha nei tifosi della Juventus, quelli in maggioranza, soprattutto al Sud, e negli emigrati a Torino.
Ma nella vendita dei biglietti, che inizierà domani, la Questura ed il Prefetto di Torino, insieme alla società juventina, hanno chiaramente vietato l’acquisto dei tagliandi ai residenti ed ai tifosi nati in Campania. Una decisione che non è andata giù ai supporter del Napoli, con tessera del tifoso regolare , che quindi, non potranno seguire gli azzurri, in questa partita così delicata.
Non sappiamo se ci saranno dei cambiamenti a quasi 20 giorni dal big-match Scudetto degli ultimi anni.

I prezzi poi, variano dai 67 euro nei settori più popolari, fino ad arrivare a 135 e 220 euro, nei settori più importanti. Ed ora, come reagiranno i tifosi della Juventus provenienti dalla Campania? Resteranno a casa? Fatto sta, che non è una decisione proprio elegante, tener fuori appassionati campani col cuore bianconero.

  •   
  •  
  •  
  •