Fiorentina-Juventus: quella volta che…i precedenti

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Un illustre precedente di questa classica che andrà in scena a breve, è datato 15 gennaio 1989. La Fiorentina è guidata (per la seconda stagione)dallo svedese Sven Goran Eriksson ed annovera tra le proprie fila personaggi del calibro di Baggio, Dunga, Borgonovo e Di Chiara e lotta per un posto Uefa. La Juventus, guidata da Dino Zoff, al primo anno sulla panchina bianconera, annovera giocatori come Tacconi, Rui Barros, Zavarov e Laudrup, oltre al vecchio leone Antonio Cabrini. E’ la 13° giornata di andata e le due compagini sono divise da cinque punti: 17 per la Juventus e 12 per la Fiorentina. La squadra di casa è reduce dal netto 3-0 con la Lazio mentre la squadra ospite ha vinto a Roma per 3-1.  Nella squadra di Zoff manca proprio Alessandro Altobelli, infortunatosi dopo aver segnato la rete del vantaggio all’Olimpico. A Firenze c’è il pubblico delle grandi occasioni. La Juventus va però in vantaggio al 33′ con un bel colpo di testa di Rui Barros. Trascorrono solamente sei minuti quando l’arbitro Pezzella concede un calcio di rigore alla Fiorentina: batte il solito Baggio che spiazza Tacconi. La gara è bella e vibrante ma nessuna delle due squadre pare superarsi. Al 90′ però, accade il miracolo: su calcio d’angolo di Baggio, Battistini sfiora solamente di testa mentre Borgonovo, poco dopo dietro di lui, incorna perfettamente, infilando Tacconi per la seconda volta. E’ tripudio sulla curva Fiesole e in tutto lo stadio, dopo l’incornata dell’ex giocatore comasco, che va proprio ad esultare sotto i tifosi per quella che rimarrà una gara storica. A fine stagione, la Juventus terminerà la stagione al quarto posto a quota 43 (lo scudetto andrà all’Inter di Trapattoni)mentre la Fiorentina finirà settima a 34 punti, appaiata alla Roma. Le sarà necessario uno spareggio che verrà deciso poi da una rete di Pruzzo.
Come finirà oggi? La Juventus, reduce da due vittorie in due gare, appare nettamente favorita: la Fiorentina, che annovera Ribery fin dal primo minuto, medita di dare battaglia.

15 gennaio 1989
ore 14.30

Stadio Comunale di Firenze

Fiorentina-Juventus                                                        2-1  (1-1)

Fiorentina: Landucci, Bosco, Carobbi, Dunga, Battistini, Hysen, Mattei, Cucchi, Borgonovo
(90’Pin), Baggio, Di Chiara
A disposizione: Pellicanò, Calisti, Pellegrini, Pruzzo
Allenatore: Eriksson

Juventus: Tacconi, Favero, Galia, Cabrini, Bruno, Tricella, Marocchi, Barros, Mauro,
Zavarov, Laudrup
A disposizione: Bodini, Brio, Napoli, Magrin, Buso
Allenatore: Zoff
Arbitro: Pezzella di Frattamaggiore
Marcatori: Rui Barros al 33′, Baggio (rigore) al 39′, Borgonovo all’89’
Ammoniti: Bosco, Dunga, Cucchi, Bruno, Marocchi
Espulsi: nessuno

 

  •   
  •  
  •  
  •