Inter batte Lazio 1-0, le parole di Antonio Conte: “Non mi interessa parlare di scudetto”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

MILAN, ITALY – AUGUST 26: Stefano Sensi #12 of FC Internazionale celebrates after scoring the his goal during the serie A match between FC Internazionale and US Lecce at Stadio Giuseppe Meazza on August 26, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Newphotopress/Sipa USA)

Dopo la vittoria schiacciante nel derby contro il Milan, la nuova Inter di Antonio Conte dà un’altra grande prova di maturità battendo una squadra organizzata e abituata a giocare insieme come la Lazio di Simone Inzaghi per 1-0, in una partita molto complicata in cui i nerazzurri hanno sofferto nel primo tempo, per poi legittimare il vantaggio nella ripresa con un ritmo molto alto e creando alcune occasioni importanti.
Tante le buone notizie per Antonio Conte, in primis l’inserimento di Cristiano Biraghi: nessuna delle maggiori testate nazionali si aspettava un suo impiego dal 1′, l’ex Fiorentina non solo non ha sentito la pressione di giocare di fronte al suo nuovo stadio ma ha anche fornito una prestazione senza sfumature, con una buona copertura difensiva e soprattutto regalando l’assist del goal partita a Danilo D’Ambrosio, proprio in una delle azioni tipiche degli schemi del tecnico salentino. Il neo esterno nerazzurro a fine partita ha dichiarato di essere molto soddisfatto della vittoria ed ha elogiato Conte per il suo lavoro e per aver trasmesso alla squadra una mentalità vincente e un carattere non arrendevole.

Proprio Danilo D’Ambrosio  è un’altra delle note liete per l’ex allenatore del Chelsea: impiegato sia da centrale di difesa che da esterno del 3-5-2, il calciatore non ha quasi mai sfigurato (ad eccezione della sbavatura costata il goal contro il Cagliari, ndr.), dando sempre il suo contributo in tutte le partite in cui viene impiegato, interpretando al meglio il ruolo richiestogli da Conte.
Ultime note positive sono certamente la compattezza difensiva (con il muro Handanovic-Godin-De Vrij-Skriniar che si candida ad essere uno dei meno penetrabili in Europa) e la capacità di saper soffrire per poi riprendere ad ‘offendere’ nel momento più propizio con delle ottime uscite.

In merito alla partita casalinga giocata contro la Lazio, Antonio Conte ha così analizzato la vittoria della sua squadra: “La partita va divisa in due parti: nel primo tempo siamo partiti aggressivi tenendo il baricentro alto, con loro che ci aspettavano con giocatori veloci. Dopo abbiamo segnato e abbiamo arretrato il baricentro. Bisogna essere onesti e dire che è stato bravo Handanovic a fare belle parate e a tenere il vantaggio. Nel secondo tempo l’Inter ha dominato e la Lazio non ha avuto tante occasioni. È una vittoria pesante contro una squadra molto forte, loro lavorano insieme da 4 anni e si è visto. Hanno cambiato tanto rispetto al Parma ma con grande qualità

Lo stesso tecnico salentino, ai microfoni di Sky Sport, ha poi aggiunto: “Non mi interessa parlare di scudetto, avete visto anche voi le difficoltà che abbiamo avuto (…) Comunque non si fanno cinque vittorie con facilità, vengono dal lavoro e da una mentalità che si sta consolidando. C’è da crescere tanto, Biraghi ad esempio ha esordito oggi. Dopo il gol ci siamo abbassati e in quel caso devi essere molto aggressivo ed evitare che il pallone arrivi facilmente agli attaccanti. È una vittoria molto difficile, l’abbiamo ottenuta con grande impegno. Quando soffri, il rischio è di disunirti, invece nel secondo tempo abbiamo dimostrato grande personalità e abbiamo consolidato il vantaggio

  •   
  •  
  •  
  •