Roma-Milan 2 a 1, Pioli ammette:”Abbiamo commesso errori troppo importanti”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

October 20, 2019, Milano, Italia: ESCLUSIVA MILAN .Foto LaPresse – Spada.20 Ottobre 2019 – Milano (Italia) .Sport Calcio .A.C. Milan- Stagione 2019-2020 – Serie A .Milan vs Lecce .Nella foto: Stefano Pioli..EXCLUSIVE MILAN .Photo LaPresse – Spada.October 20 , 2019 Milan ( Italy ) .Sport Soccer.A.C. Milan- Season 2019-2020 – Serie A .Milan vs Lecce .In the pic: Stefano Pioli (Credit Image: © Spada/Lapresse via ZUMA Press)

Il nuovo Milan di Pioli, dopo il mezzo passo falso al debutto al San Siro contro il Lecce (2-2), non trova nemmeno la vittoria nella seconda uscita del neo tecnico, rimediando una sconfitta di misura all’Olimpico contro la Roma di Fonseca (2-1).
In altre stagioni questa sconfitta (vista la difficoltà oggettiva della trasferta) non avrebbe fatto così male come ora: con il risultato della trasferta romana, sono ben cinque le sconfitte dei rossoneri in sole 9 partite disputate, dieci sono i punti attuali conquistati che li condannano al dodicesimo posto, decisamente troppo poco per una squadra che ad inizio anno puntava quanto meno all’Europa.

Difficile dare colpe al nuovo allenatore che, sicuramente, avrà tanto da lavorare per migliorare questa situazione a dir poco complicata.
Proprio il nuovo tecnico rossonero, Stefano Pioli, al termine del match dell’Olimpico, ha parlato ai microfoni di Sky Sport e ha dichiarato: “Mi aspettavo di più, credo che ci abbiamo messo molto del nostro sia contro il Lecce che stasera. Abbiamo commesso errori troppo importanti per la squadra che siamo. Non si può prendere un secondo goal come quello che abbiamo preso. Con più attenzione si poteva portare avanti la partita in parità”.

Il Milan nella trasferta di Roma ha mostrato molti limiti in fase di uscita, nel giropalla e nei calci piazzati. In merito a questi problemi evidenti, l’ex tecnico della Fiorentina ha affermato: “Sapevamo di avere delle linee di passaggio sulle uscite e abbiamo commesso errori. Se il giro palla è lento si fa fatica. Sui calci piazzati concedevamo tanti centimetri, ma non per questo potevano prenderle tutte loro”.

Secondo l’allenatore del Milan però ha voluto sottolineare che alla squadra non è mancato nulla sotto il punto di vista della cattiveria e del coraggio: “Non credo sia mancata la cattiveria, abbiamo sbagliato le scelte a livello tecnico. Contro una squadra forte come la Roma dovevamo fare meglio. Sul secondo goal non c’era pressione e superiorità numerica in zona palla. Non credo che sia mancato coraggio e che non siamo stati troppo offensivi”.

Sicuramente ha fatto scalpore l’esclusione dal primo minuto di Piatek. Per l’attaccante ex Genoa è la seconda esclusione di fila dalla squadra titolare da quando siede Pioli sulla panchina rossonera, in merito alla scelta di tenerlo inizialmente in panchina e alle sue scelte di formazione, il tecnico ha dichiarato: “La mia idea è quella di sfruttare al meglio tutti, ho avuto solo 10 giorni di lavoro e ho preferito cambiare il meno possibile. Ci sarà spazio per tutti quelli che mostreranno voglia di essere protagonisti”.

La situazione in casa Milan non è tra le più rosee e, almeno per il momento, l’avvicendamento tra Giampaolo e Pioli non sembra aver portato i risultati sperati. Ora per i rossoneri  si prospetta un mese molto complicato e per affrontarlo al meglio, vi è l’obbligo di vincere in casa contro una Spal che, nel turno odierno di campionato, è stato in grado di fermare sull’1 a 1 il Napoli di Ancelotti con un’ottima prestazione.

Riuscirà Stefano Pioli a trovare una giusta quadratura e a riportare il sorriso in casa Milan?

 

  •   
  •  
  •  
  •