Analisi episodi Atalanta – Juventus: nessun errore su Cuadrado ed Emre Can

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

Mg Brescia 24/09/2019 – campionato di calcio serie A / Brescia-Juventus / foto Matteo Gribaudi/Image nella foto: Mario Balotelli-Juan Cuadrado.

Il primo anticipo della Serie A tra Atalanta – Juventus, vinta dai bianconeri per 3 a 1, ha portato molte polemiche a seguito di due episodi.

Torna in campo la Serie A ma tornano in campo anche le polemiche relative agli arbitri e al Var protagonisti in Atalanta – Juventus: l’anticipo è finito per 1 a 3 a favore dei bianconeri ma, fuori dal campo, i tifosi sono insorti per alcuni mancati provvedimenti che hanno condizionato la gara. Primo tempo molto buono dall’Atalanta con la Juventus che difende e riparte senza che le squadre trovino il gol. Succede tutto nel secondo tempo: dopo pochi minuti la sfida viene sbloccata da Gosens con un colpo di testa da due passi, la pareggia Higuain che vince una mischia in area e la ribalta ancora il Pipita su un ottimo cross di Cuadrado. Nel finale il sigillo lo mette Paulo Dybala che, servito da Higuain, sfida la difesa bergamasca e mette dentro il definitivo 1 a 3. Ora, però, analizziamo tutti gli episodi successi in questa partita.

MINUTO 7′ , FALLO DURO DI HIGUAIN SU GOLLINI

Ad inizio primo tempo si protesta per un fallo di Higuain su Gollini: il portiere bergamasco esce in anticipo sull’argentino che, nel tentativo di deviare il pallone, colpisce la caviglia dell’avversario. L’arbitro valuta per un giallo sanzione più che giusta.

MINUTO 15′, CALCIO DI RIGORE PER L’ATALANTA

Gomez sfugge alla difesa bianconera, mette un cross con Khedira che tocca prima di piede ( involontariamente) e successivamente di mano. Il regolamento è chiaro: se il pallone viene deviato volontariamente prima con altri parti del corpo non è rigore, in questo caso l’arbitro tentenna ma concede il penalty per l’Atalanta successivamente sbagliato da Barrow

MINUTO 78′, POSSIBILE RIGORE PER L’ATALANTA

L’Atalanta chiede un altro rigore: sul traversone di Freuler c’è un tocco prima di piede di Emre Can, questa volta volontario, con la palla che carambola sulla mano a protezione della faccia e quasi aderente al corpo. In questo caso protesta vane, l’arbitro non ha dubbi e, giustamente, non fischia il secondo rigore per i bergamaschi.

MINUTO 82′, VANTAGGIO JUVENTUS CON HIGUAIN

Ripartenza manovrata della Juventus, Dybala serve Cuadrado che mette dietro per Higuain che sigla il 1-2 momentaneo. Qua c’è una situazione di doppia proteste da parte dei giocatori di Gasperini: la prima riguarda la posizione di Cuadrado che, poteva essere irregolare, il Var spazza via ogni dubbio col colombiano tenuto in gioco da ben 3 difensori. La seconda protesta deriva dall’inizio dell’azione: Cuadrado, nel tentativo di anticipare Gomez, scivola tocca il pallone che si ferma e, cadendo, il colombiano la tocca di mano. Il gol è regolare per due motivi: dopo questo tocco, Pasalic gioca il pallone e viene successivamente perso dall’Atalanta che subisce il contropiede del gol. Inoltre il Var non può intervenire perchè il tocco avviene in fase difensiva, situazione in cui non può intervenire quindi episodio che deve essere valutato dall’arbitro in campo che ha ritenuto involontario il tocco del difensore bianconero.

  •   
  •  
  •  
  •