Atalanta, il bilancio di Luis Muriel

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini sta ricaricando le batterie visto che siamo in piena pausa per le Nazionali: molti partono, pochi rimangono. A Zingonia il mister di Grugliasco avrà a disposizione solo un numero limitato di giocatori: non il massimo, ma comunque buono per poter testare qualche innovazione tecnico tattica. Quando ci si trova in contesti come questo è anche tempo di bilanci: oggi parliamo dell’attaccante nerazzurro Luis Muriel (autore, fino ad ora, di una stagione sufficientemente buona tra giocate di grandissimo prestigio e momenti bui dove dimostra discontinuità). Non perdiamoci in chiacchiere e analizziamo la situazione.

RENDIMENTO BUONO, MA SERVE FARE DI PIÙ – Luis Muriel è sempre stato descritto come un giocatore perfetto per gli schemi di Gian Piero Gasperini: veloce, abile, tanta qualità e senso del goal. A metà del girone d’andata, statisticamente ha dimostrato di che pasta è fatto segnando 8 reti: risultato straordinario, ma per molti può fare ancora di più. Con l’infortunio di Duvan Zapata, Muriel ha dovuto giocare molto rispetto alle previsione, mettendo anche in evidenza l’elemento che lo ha contraddistinto da molto tempo: la discontinuità (che ha condizionato le sue ultime stagioni di Serie A). A Bergamo hanno tutte le carte in regola per sistemare questo “problema”, e non sarebbe una sorpresa vederlo arrivare in doppia cifra. Staremo a vedere come si evolverà la situazione nelle prossime settimane.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: