Brescia-Atalanta, salta l’invasione nerazzurra. Curva Nord: “O tutti o nessuno”

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

    Atalanta fans in the stands show their support

Ci sono tantissime partite che, a seconda dell’avversario, hanno la loro determinata importanza: se pensiamo a Brescia-Atalanta non ci sono aggettivi per descrivere un derby particolare come questo. Quella importanza che può passare in secondo piano in un attimo: specialmente in casi dove di mezzo ci sono valori ben più grandi per ottenere giustizia e chiarezza nei confronti di una tifoseria abbastanza invidiata e, purtroppo, colpita per tutta una serie di motivi. Stiamo parlando della decisione della tifoseria atalantina nei confronti della trasferta al Rigamonti: “O tutti o nessuno”. Un messaggio abbastanza significativo, ma applicato per ottenere un futuro migliore a livello di tifoseria.

IL COMUNICATO DELLA CURVA NORD: CHIARO ED EVIDENTE – Per Brescia-Atalanta è stato deciso di consentire l’ingresso allo stadio solo ai possessori della tessera del tifoso. A fronte di ciò, tenendo presente anche i fatti precedenti tra il famoso episodio di Firenze e quello accaduto due giorni fa, la Curva Nord ha emanato un comunicato chiaro, esplicito ed evidente: “Mentre stiamo vivendo uno dei periodi più preoccupanti degli ultimi anni a livello di repressione a Bergamo, arriva la notizia che il derby sarà solo per chi ha sottoscritto la tessera del tifoso. Cosa diventa una delle partite più sentite a livello campanilistico con tutte queste restrizioni, senza la sua gente, senza gli sfotto’, senza quegli striscioni che sono il sale del calcio? Resta una partita vuota e senza significato. Lo abbiamo visto tutti a San Siro, “senza gli ultras sarebbe come andare al cinema, farebbero tutti silenzio”, ed è questo il progetto messo in moto, eliminare ogni forma di tifo organizzato e creare un sistema di tifosi come abbiamo visto a Manchester contro il City, tifosi senza anima, clienti da spennare. Ecco perché chiediamo a tutte le persone che amano il tifo, la passione, il sacrificio e il lavoro nel creare e mantenere una curva e una tifoseria unita, di disertare il settore ospiti e lasciare quei gradoni spogli di colore. È l’unico modo per lanciare un segnale, per non essere complici e far passare questo divieto come una cosa normale. Questa volta è importante dimostrare con i fatti che non si può andare avanti così”.

TIFOSI ATALANTINI CON LA CURVA: UNITI PER UN TIFO MIGLIORE IN FUTURO – Il comunicato si è duplicato all’interno del mondo Atalanta, e la decisione a livello complessivo è stata presa: l’invasione nerazzurra per Brescia-Atalanta non sarà presente allo stadio Rigamonti. Vari organizzazioni tra Club Amici (e non) hanno annullato la trasferta. Esso è un messaggio significativo e per garantire un futuro a lungo termine da parte di una tifoseria unica nel suo genere: per evitare scenari come Atalanta-Manchester City serve essere uniti per preservare la propria identità dal punto di vista del tifo (senza la sua gente l’Atalanta perde l’elemento più importante, aldilà di quelli che saranno i risultati in futuro). Staremo a vedere che effetto farà questa compattezza nerazzurra da parte del suo popolo, sperando che il clima ritorni ad essere prima di questa settimana molto particolare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: